Calcio D, la fotogallery di Sammaurese-Rimini 1-2

SAMMAURESE 1
RIMINI 2
Sammaurese (4-3-3) Adorni 6.5; Gurini 5.5, Benedetti 6, Sedioli 5, Bolognesi 5 (12’ st Migani 6); Scarponi 6, Gaiola 5.5 (40’ st Lombardi n.g.), Casadio 5 (35’ st Misuraca 6); Giannini 5.5 (35’ st Aslanni n.g.), Diop 5, Merlonghi 6. A disp. Cheli, Masini, Zavatta, Mantovani, Pierfederici. All.: Protti.

Rimini (4-3-3) Marietta 6; Lo Duca 6.5, Cuccato 6, Panelli 6.5, Haveri 6.5; Andreis 6.5 (45’ st Pari n.g.), Tanasa 6.5, Greselin 6.5 (18’ st Tonelli 6.5); Gabbianelli 7 (48’ st Mencagli), Germinale 7 (21’ st Tomassini 6), Piscitella 7 (18’ st Ferrara 6). A disp.: Piretro, Pecci, Berghi, Pietrangeli. All.: Gaburro.

Arbitro Moretti di Como 6.5.

Reti 12’ pt Germinale (rig.), 20’ pt Merlonghi (rig.), 35’ pt Gabbianelli.

Ammoniti Bolognesi, Panelli, Gaiola.

Note Spettatori oltre 500, angoli 4-0 per il Rimini.


Avviso ai chiromanti muniti di pendolino: congelate le previsioni su Sammaurese-Rimini al Macrelli. La ruota inevitabilmente fa uscire 1-2. Se due indizi non fanno una prova, ma tre sì, ecco servito l’ennesimo blitz del Rimini con lo stesso risultato. Un successo che non fa una piega per quanto si è visto in campo, nato da un primo tempo travolgente e risolto della premiata ditta G&G (Germinale e Gabbianelli), al cospetto di una Sammaurese brava prima a pareggiare (ancora Merlonghi, siamo a 5 gol) poi una volta sotto a lasciare aperta la gara nella speranza che qualcosa di miracoloso potesse accadere là davanti.
Il computo finale parla di 8-2 in fatto di tiri in porta direzione Adorni e questo la dice tutta su quale sia stato il canovaccio del pomeriggio. Il fatto però di non avere messo in ghiaccio la partita è un indizio da non sottovalutare in casa ospite.
I fatti ora dicono primo posto in solitaria per i ragazzi di mister Gaburro e secondo derby di fila vinto in trasferta.
Sulla sponda opposta terza sconfitta di fila per la Sammaurese e campanello d’allarme per una pioggia di reti subite che si fa sempre più battente (2 gol a partita).
Impianti a specchio
Moduli speculari per le due squadre, 4-3-3, con alcune novità al pronti via. Per i padroni di casa la pesante assenza di Bonandi, vuoto spesso riecheggiato nel corso dei 90 minuti, così come il ko di Gregorio al centro della difesa. Gaburro deve fare a meno di Carboni, acciaccato e lasciato a riposo per averlo al meglio mercoledì nella sfida casalinga con il Real Forte Querceta, e l’influenzato Contessa, in campo Cuccato e Haveri, mentre in avanti turn over del tridente che premia Gabbianelli-Germinale-Piscitella.
Botta e risposta
Il Rimini parte tambureggiante in curva come in campo e in 10’ mette alle corde i pascoliani con Andreis, Piscitella e Germinale senza incidere. Il segno lo lascia invece Casadio che ingenuamente stende tutto solo in area Germinale con relativo penalty. Sul dischetto va lo stesso centravanti che spiazza l’ex Adorni. La partita pare avere preso una chiara direzione e invece al 18’ avviene quello che non ti aspetti: tiro di Gurini in mischia la sfera sbatte sulla mano di Germinale, con altro rigore al seguito. Bomber Merlonghi la piazza laddove Marietta non può nonostante il portiere biancorosso intuisca la conclusione. La reazione della capolista è immediata e prima Germinale colpisce un legno ad Adorni battuto, poi rimette la freccia con Gabbianelli che finalizza un assist al bacio di Piscitella, rete numero quattro per l’attaccante. Tanto spumeggiante la prima parte, quanto sgasata è la ripresa segnata da ritmi balneari. Giusto per la cronaca, i tentativi di Ferrara (70’), Tomassini (73’) e Lombardi (85’). E soprattutto abbraccio e applausi dei tifosi alla capolista.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui