Calcio D, il Rimini si gode un Contessa impeccabile

Due mesi e mezzo dopo si è fatto trovare pronto. Lorenzo Contessa ha ripagato alla grande la fiducia del tecnico Marco Gaburro che, vista la squalifica di Haveri, ha rigettato nella mischia il terzino sinistro patavino. Contessa ha fatto il suo nella vittoria contro il Fanfulla, tenendo bene la posizione e facendo cambiare il modulo all’occorrenza: «Il tecnico mi aveva chiesto la massima attenzione in fase difensiva, a Greco e di fare il braccetto (ogni tanto la difesa diventava a tre, ndr) che già avevo sperimentato nelle giovanili del Padova. Non giocavo titolare dal 19 gennaio (trasferta di Bagni di Lucca con il Ghiviborgo, ndr) e non è facile rispondere presente quando si gioca poco ma penso di essermi fatto trovare pronto».

Del resto uno dei punti di forza di questo Rimini è sempre stato il gruppo. Anche chi ha giocato meno ha sempre dato il suo contributo proprio perché è stato creato un collettivo sano, senza prime donne: «Mi sono sempre sentito dentro al progetto – spiega Contessa – anche in questo periodo dove magari ho giocato poco, anzi mi sono sempre alzato dalla panchina e ho corso verso i compagni ad ogni gol».

Bene poi benino

La gara con il Fanfulla ha visto un Rimini dalla doppia versione. Ottimo nel primo tempo, un po’ troppo ragioniere nella ripresa anche se in quest’ultimo caso può avere influito il derby Forlì-Ravenna: «Quando siamo ritornati in campo sapevamo che il Ravenna stava perdendo 2-0 e forse inconsciamente ciò ha fatto allentare un po’ la tensione. Però la situazione è sempre stata sotto controllo anche dopo il gol del Fanfulla. Nel primo tempo invece siamo partiti fortissimo andando sul doppio vantaggio e ancora adesso faccio fatica a capire come non ci sia stato dato il rigore su Germinale. Pure il loro numero 7 (Greco, ndr) mi ha detto che era rigore».

Match point

Sette partite alla fine, 8 punti di vantaggio. Probabilmente nessuno in casa Rimini si aspettava di andare domenica al Benelli forte di questo vantaggio, ragion per cui è lecito considerare la gara di domenica come un primo match point per il Rimini: «In questa settimana dobbiamo allenarci ancora più forte, questa è la classica partita che tutti vorrebbero giocare ma se ci dessero un contratto da firmare, come ha detto l’allenatore, dove si sottolinea “tu non giochi a Ravenna ma il Rimini vince” ognuno di noi firmerebbe».

Rimini in C e Padova in B. Anche qui Contessa firmerebbe in bianco: «Bella la rimonta della squadra della mia città ai danni del Sudtirol, sarebbe stupenda una doppia promozione».

Tifosi

In vista della sfida del Benelli il Collettivo Riminese organizza pullman al costo di 10 euro. Partenza domenica dallo stadio Romeo Neri alle ore 12.30. Per informazioni Alfredo 347-8836166. La Curva Est, invece, si ritroverà in stazione alle 12.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui