Calcio D, il Ravenna si butta nei play-off e sfida il Carpi

Fuori i secondi. Oggi alle 18 tornano al “Benelli” Ravenna e Carpi dopo una breve assenza, ma il peso specifico del match odierno è ben diverso rispetto all’ultimo visto qui, peraltro vinto dagli emiliani con un punteggio bugiardo per quanto si era visto.

Inutile girarci attorno, i punti sono due. Primo, il Carpi, per condizione primaverile ed estensione della rosa è l’avversario peggiore per questa semifinale. Secondo: visto il regolamento dei ripescaggi, anche se in parte un po’ nebuloso, la classifica finale dei play-off sarà importante ma poco fondamentale ai fini di un eventuale risalita in Lega Pro. Detto questo, oggi ci si aspetta un Ravenna determinato, all’altezza e con il giusto spirito di rivalsa verso l’unica squadra che non ha mai battuto in stagione. Il momento è importante e Andrea Dossena spera proprio di poter schierare il suo undici migliore o quasi, cosa che non accade ormai da lungo tempo.

Solo Campagna è sicuramente out per infortunio, i dubbi (pesanti) riguardano solo la difesa invece, perché Grazioli ha appena messo qualcosa nelle gambe e Polvani neppure. La sensazione è che entrambi ci saranno, alla luce dell’importanza della gara, una decisione però su un ingresso dal primo minuto verrà presa solo nel primo pomeriggio di oggi.

Un risultato

Difficile, almeno alla vigilia, pensare che la gara del Benelli potrà somigliare alle tre già disputate tra le due contendenti. Episodica quella di Coppa Italia, che il Ravenna farcito di seconde linee perse con onore, sporadica la sconfitta più recente, quando tra errori giallorossi e colpi di fortuna al Carpi andò tutto bene. Assurdo, infine, il 5-5 in Emilia in campionato, perché il Ravenna buttò alle ortiche una possibile vittoria con almeno due reti di scarto. Anche per questo, Andrea Dossena ha già chiuso il taccuino degli appunti per preparare nei minimi termini questa gara: «I precedenti ora non contano, spero solo che si chiuda il cerchio stagionale battendo il Carpi per la prima volta. Ho visto i ragazzi carichi, l’ultima partita fisicamente è stata gestita bene. Serviranno il giusto aspetto mentale e l’orgoglio di voler battere anche il Carpi in questa stagione. E non voglio vedere un atteggiamento da due risultati su tre, perché poi li perseguiterei a vita».

Regolamento

In caso di pareggio al 90’ spazio ai tempi supplementari e in caso di ulteriore parità passa il Ravenna.

Le formazioni

RAVENNA (4-3-3): Botti; Grazioli (Lussignoli), Antonini Lui, Polvani (Nagy), D’Orsi; Prati, Spinosa, Calì; Saporetti, Guidone, Podestà. All.: Dossena.

ATHLETIC CARPI (4-3-3): Ferretti; Ghizzardi, Boccaccini, Calanca, Montebugnoli; Lordkipanidze, Bolis, Borgarello; Calanca, Walker (Raffini), Togola. All.: Bagatti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui