Calcio D, il Ravenna non vuole lasciare altri punti per strada

L’unico regalo da mettere sotto l’albero che interessa al Ravenna sono i tre punti in palio oggi a Fidenza (ore 14.30) sul campo del Borgo San Donnino, tanto più che quattro giorni fa i giallorossi hanno mancato l’appuntamento con l’identico obiettivo sul terreno del Progresso. Sulla carta l’avversario è similare: inferiore, come testimonia la classifica, ma in un momento di forma discreta come dice il pari in rimonta di San Mauro, e caratterialmente molto combattivo perché puntando alla salvezza deve cercare sempre l’agonismo. Il Ravenna deve vincere e può farlo, possibilmente senza andare sotto nel punteggio come gli è capitato troppe volte in stagione, tanto più che la rimonta completa è riuscita quasi solo al Benelli.
Nel dopo-Progresso Dossena le ha cantate chiare alla squadra, colpevole di non avere concretizzato (e raramente andandoci anche solo vicino) la superiorità esercitata nel secondo tempo. La mancanza di concretezza offensiva, Carpi a parte, è stato il tallone d’Achille dei giallorossi finora in campo esterno, da Fidenza quindi serve una risposta se non definitiva quanto meno importante.


Più lucidi

Il prepartita di Andrea Dossena parte dal….post Progresso: «Alla squadra ho detto che giudico la prestazione non in base al risultato ma ad altre cose. A Castelmaggiore, quindi, abbiamo mancato nella costruzione di occasioni da gol, perché c’è stata troppa frenesia ed abbiamo sprecato tanti traversone. Domani (oggi, ndr) dovremo essere più lucidi in area ma sempre presenti in massa lì dentro, perché può sempre capitare l’episodio favorevole. Rispetto al Progresso il Borgo San Donnino ha un’idea di gioco propositiva, gioca col 4-3-3 e ci farà comodo l’assenza dello squalificato Porcari, del quale conosco bene il valore perché l’ho allenato a Crema. Non mi aspetto che il loro allenatore cambi faccia alla sua squadra per affrontare il Ravenna e questo potrebbe andare bene per noi».
Chiusura per gli ultimi arrivati: «Di Belli ho ammirato subito lo spirito di sacrificio, fisicamente poi è arrivato qui già a posto. Quanto a Mendicino, deve ritrovare la condizione, ma se la partita lo richiederà potrebbe anche entrare per cercare di dare una mano. Confermo che il mercato fatto dalla società mi soddisfa senza dubbio e che il turnover in questo caso non servirà perché poi ci sarà la sosta del campionato».


La formazione

Tutti a disposizione, probabile il ritorno dall’inizio di Ercolani e Lussignoli ed una chance da titolare per Belli. Dossena quindi schiererà questo 4-3-3: Botti; Grazioli, Antonini Lui, Polvani, Ercolani; Lussignoli, D’Orsi, Calì; Saporetti, Guidone, Belli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui