Calcio D, il Ravenna contro il Prato per capire quanto vale

Il campionato del Ravenna parte con un test impegnativo. Il Prato, avversario odierno al Benelli (inizio ore 15), è indicato tra le favorite dopo un mercato molto ambizioso. Ma forse non c’è nulla di meglio in questo momento per tenere alta l’attenzione in casa giallorossa. Gli approcci lenti alla gara sono stati il principale punto debole del precampionato, persistere in questa manchevolezza davanti ad un potenziale avversario diretto non avrebbe giustificazione. Sono concetti ribaditi anche da Christian Serpini alla vigilia dell’esordio: «Il Prato è una squadra sicuramente rafforzata, soprattutto davanti. Colombi, Frugoli, Addiego Mobilio sono giocatori abituati a fare molto bene in questa categoria. Di fronte però c’è la nostra voglia di riscattarci dopo la partita persa contro l’Adriese. Alla ripresa degli allenamenti ho parlato ai miei ragazzi in modo tosto e concreto. Tutti gli avversari arriveranno a Ravenna per dare il centoventi per cento. E noi dobbiamo essere pronti a replicare con la medesima decisione. Non possiamo sbagliare atteggiamento».

In settimana il diesse Andrea Grammatica ha sostanzialmente alleggerito la pressione sull’allenatore, affermando che ci vorrà ancora tempo e lavoro per vedere il miglior Ravenna. Serpini interpreta il messaggio nel modo giusto: «Certo, ci vuole tempo e pazienza per arrivare ad esprimere il meglio del nostro gioco, ma questo non significa che mentre lavoriamo per crescere non dobbiamo fare i risultati. Non abbiamo l’obbligo di vincere il campionato, ma abbiamo l’obbligo di essere protagonisti perché abbiamo le risorse per poterlo fare».

Sulla formazione d’esordio, l’allenatore del Ravenna offre una sola certezza: giocherà Terigi dall’inizio: «Leonardo è un giocatore importante per la nostra difesa, in grado di offrire anche una guida importante al reparto. La sua presenza ci permette anche di avere giocatori con caratteristiche diverse in retrovia».

La formazione

Serpini schiererà il Ravenna con il 3-5-2: Fontanelli; Montuori, Terigi, Magnanini; Grazioli, Lisi, Sabelli, Spinosa, D’Orsi; Guidone, Marangon.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui