Calcio D, Grammatica: “Ravenna vittima dei suoi errori e di quelli della terna arbitrale”

Dopo la caduta con il Carpi, in casa Ravenna interviene il direttore dell’area tecnica Andrea Grammatica: «Abbiamo perso per errori individuali nostri, ma anche della terna arbitrale. Se avessimo segnato a mezz’ora dalla fine, sul gol non visto, l’esito finale sarebbe cambiato. Giochiamo all’attacco e i gol possiamo prenderli da errori individuali o da ripartenze: è un rischio messo in conto. La fase offensiva contro il Carpi è stata buona, abbiamo vinto partite giocate molto peggio. Anche il pubblico ha gradito».
Poi si parla della stagione: «Abbiamo numeri di valore assoluto in un girone in cui molti hanno investito per vincere. Ravenna è una città ricca di cultura e qualità della vita. Per entrare in sintonia occorreva proporre un calcio dove la qualità è importante. E mi pare la città abbia apprezzato. Senza scordare il settore giovanile: noi abbiamo meno giocatori “over” di altri e siamo tra le prime tre squadre per minutaggio riservato ai giovani, diversi dei quali ravennati».

Classifica


Così a 4 giornate dalla fine: Rimini 83 punti; Ravenna 77; Lentigione 74; Mezzolara e Correggese 50; Athletic Carpi 49; Aglianese 47; Forlì e Seravezza 46; Sammaurese e Prato 44; Alcione 43; Fanfulla 42; Real Forte Querceta 39; Ghiviborgo 38; Progresso 33; Borgo San Donnino 32; Bagnolese 31; Sasso Marconi 30; Tritium 27.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui