Calcio D, Graffiedi: “Battere il Forlì è dura per tutti”

La voce, Mattia Graffiedi, l’ha spesa tutta sul campo e lo fa subito notare quando arriva in sala stampa. Ma le parole per esprimere la soddisfazione per un successo che anche in chiave personale ha un grande significato, non gli mancano. «Complimenti ai ragazzi che sono stati bravi ad interpretare la partita. Sapevamo del valore del Ravenna, una squadra molto tecnica e di alto livello con un palleggio importante ed un portiere che è un giocatore aggiunto. Ma noi siamo stati la squadra che dovremmo essere sempre». Un po’ di rammarico emerge viste alcune prestazioni precedenti non proprio all’altezza. «La sconfitta in casa della Bagnolese è stata un bagno di umiltà perché abbiamo capito che, se non teniamo alto il livello dell’attenzione e della grinta, diventiamo una squadra mediocre. Ma quando il Forlì gioca in questo modo lasciatemi dire che diventa dura per ogni avversario batterci. Poi in un derby molto sentito che alza sempre il livello delle motivazioni». I nove assenti sul campo non si sono visti: «L’ho detto ai ragazzi anche nella riunione tecnica pre-partita, l’alibi degli infortunati o squalificati non deve esistere perché il Forlì è sempre in grado di presentare una formazione di alto livello». La classifica ormai fa dormire sogni tranquilli: «Non dobbiamo guardare ai numeri e magari assopirci – ammonisce Graffiedi – non dobbiamo essere tranquilli ma giocare sempre con furore ogni partita. Di testa adesso stiamo bene, purtroppo abbiamo molti acciaccati che stringono i denti come Pera e Pezzi». A livello di singoli spende parole per due giocatori: «Malandrino ha tenuto a freno Saporetti, il capocannoniere del campionato, poi cito Borrelli, che ho impiegato in un ruolo che non gli appartiene». Riccardo Ravaioli è la rivelazione dell’ultimo periodo: «La tranquillità me la trasmettono in campo i compagni. Sto vivendo un momento molto importante e cerco di farmi trovare sempre pronto. In quanto alla partita abbiamo giocato con la cattiveria agonistica necessaria per tutti i 95 minuti dell’incontro annullando la differenza di punti in classifica». R.R.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui