Calcio D, Gaburro applaude il Rimini dopo il derby: “Così si diventa una squadra”

Marco Gaburro non nasconde la sua soddisfazione per la vittoria nel derby, una partita piuttosto equilibrata che ha preso la direzione della Riviera al termine di 95 minuti sofferti. Della serie, quando le giocate dei singoli fanno la differenza: «Una partita molto tirata, lo sapevamo che sarebbe stata difficile, contro una squadra che aveva preso un solo gol finora – spiega il tecnico biancorosso – eravamo consapevoli che bisognava partire solidi e portare la partita al secondo tempo. Ci abbiamo messo un po’ per entrare nel match, l’inerzia del primo tempo ci ha portato al gol».
Insomma, un match tutto in crescendo: «Una squadra per diventare tale deve vivere le esperienze, deve saper vincere partite come queste, campi dove ci si deve adattare alle situazioni e portare a casa il massimo. Anche a fine del primo tempo ho detto ai ragazzi che potevamo fare gol solo se li avessimo trovati rotti, se li attaccavamo schierati sarebbe stato difficile. Abbiamo segnato in una situazione al limite, dove potevamo anche prenderlo, siamo stati anche bravi, abbiamo preso un rischio ed è andata bene, perché era un rischio calcolato. Complimenti a Lo Duca, era il momento in cui il Forlì era rotto, il momento in cui colpire. Poi abbiamo schierato la difesa, non sono mai entrati in area. Il risultato ci dà fiducia anche in vista dei prossimi match». Gaburro rimane con i piedi per terra: «Se finiva in pareggio non succedeva nulla, ma in due trasferte abbiamo fatto quattro punti, però la vittoria è arrivata contro una squadra nettamente superiore al Bagnolo ed è importante per l’autostima. È stata una partita molto importante per la difesa, una gara sporca, siamo stati messi sotto pressione in certi momenti, bisognava essere più bravi di loro, anche nei disimpegni si poteva fare meglio, dal punto di vista della maturazione dei singoli sono stati fatti passi in avanti, anche rispetto a Bagnolo».
Fabrizio Carboni racconta il gol: «Lo Duca ha recuperato un bel pallone, Ferrara di prima ha messo dentro una grande palla, io di testa ho avuto una bella occasione e l’ho sfruttata. Sapevamo di dover affrontare una squadra importante, il Rimini ha fatto la sua partita ed anche bene, abbiamo creato qualche occasione, contenti di aver portato a casa un risultato prestigioso, ora ci aspetta un’altra battaglia in casa. Questo Rimini ha molte risorse».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui