Calcio D, Forlì: in rialzo le quotazioni di Graffiedi

A grandi passi il Forlì inizia a guardare al futuro chiamato 2022-2023 con la voglia di fare le cose in maniera minuziosa, rendendosi protagonista di una stagione quantomeno più vivace rispetto a quella passata. Il primo grande passo è stato l’arrivo di Sandro Cangini nel ruolo di direttore sportivo. Il classe ’63 nativo di Riccione ha già un importante nodo da risolvere nei prossimi giorni, vale a dire a chi affidare la panchina nella prossima stagione. Dall’alto arriva sempre e comunque la chiara volontà della società di confermare Mattia Graffiedi che nella stagione appena conclusa ha preso la squadra nelle piene sabbie mobili della zona play-out e l’ha portata a giocarsi la zona play-off.

Furono gli stessi organi societari biancorossi insieme a Carlo Di Fabio ad optare per la soluzione interna scegliendo l’allora allenatore della Juniores. La trattativa è in corso ed aggiornamenti potrebbero arrivare già nelle prossime ore.

Nella giornata di oggi verrà presentato alla stampa lo stesso Cangini. Il suo operato verrà esclusivamente basato sul budget messo a disposizione dalla società che stando alle indiscrezioni potrebbe essere minore rispetto a quello della passata stagione. Dopo la scelta dell’allenatore dovranno essere discusse le posizioni di diversi “senatori” del gruppo, con i fratelli Ballardini, Pezzi e Scalini in prima fila per la conferma. Improbabile la conferma di Pera e Borrelli i cui ingaggi nella passata stagione erano sovrabbondanti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui