Calcio D, Emanuele Righi: “Sì, il Forlì mi vuole”

Emanuele Righi conferma tutto: ha già parlato con i dirigenti del Forlì e la trattativa esiste. Però ancora non c’è stata la classica fumata bianca. D’altra parte Emanuele Righi ha appena vinto con il Giugliano il campionato di Serie D (girone G) con la squadra campana che torna fra i professionisti dopo 15 anni: «Posso dire – spiega il bolognese Righi al telefono – che c’è un discorso avviato già da tempo: Forlì è una piazza meravigliosa, la città e la società mi allettano. Personalmente è motivo di soddisfazione sapere che sarei gradito come direttore sportivo. D’altra parte nei colloqui intercorsi finora nel presidente Cappelli e in Casadei ho trovato persone squisite».

Bolognese (è nato a Bentivoglio comune di oltre 5.000 abitanti dell’hinterland) classe 1975, Emanuele Righi con Forlì tornerebbe vicino casa. Ma non è questa la bussola che orienta i suoi pensieri. «Intanto devo parlare con la mia attuale società, il Giugliano poi non nascondo che ho altre due proposte di società di categoria superiore (su tutte l’Imolese, che però al momento ha sotto contratto Martone fino al 2026, ndr). Però quello che maggiormente mi interessa sono il progetto e gli obiettivi. Da questo punto di vista voglio essere molto chiaro: se vengo in una società di serie D è solo perché c’è la possibilità di vincere il campionato come ho fatto prima a Mantova e quest’anno qui a Giugliano. Ripeto con il Forlì ho un discorso avviato ma sono a 600 chilometri di distanza, penso che ci incontreremo per tirare le somme: se si definisce, entro una decina di giorni si saprà tutto».

La figura del direttore sportivo per una società di calcio è l’architrave su cui costruire le fondamenta ed il Forlì già scottato dalla vicenda Andreatini e dopo la tragica scomparsa di Di Fabio è animato dall’ambizione di ripartire verso un campionato di vertice assoluto in cui anche Christian Longobardi potrebbe restare con un incarico dirigenziale o nello staff.

Intanto il presidente Gianfranco Cappelli ha fatto sapere, tramite l’ufficio stampa, di non voler rilasciare dichiarazioni in merito «preferendo focalizzarsi sulla scelta del nuovo diesse e lavorare in questo senso».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui