Calcio D, Dossena: “Ciao Ravenna, grazie di tutto”. In panchina ecco Serpini


Alla fine Andrea Dossena è arrivato ai saluti finali, dopo un campionato e soprattutto un calcio convincente, divertente e propositivo. La sua proposta ha convinto un piano più su il Renate, non esattamente l’ultimo arrivato visto che ha consolidato con cinque stagioni consecutive il proprio posto in Lega Pro. Lo sbarco al Renate sarà ufficiale forse lunedì, già oggi però dovrebbe essere il giorno del suo sostituto: Cristian Serpini, fino a pochi giorni fa allenatore del Lentigione.


Il saluto

Il Ravenna ieri ha salutato e ringraziato ufficialmente Dossena, che ha parlato così a chiusura della sua esperienza giallorossa: «Questa è una dichiarazione che non avrei mai voluto fare per la difficile scelta che ho maturato solo in questi ultimi giorni. Quando penso alla stagione che abbiamo fatto, provo una sensazione duplice. Grande orgoglio e riconoscenza per questa società e per questi meravigliosi ragazzi che hanno lottato con tutte le loro forze e i punti fatti lo dimostrano. Al tempo stesso provo dolore per il fatto che ci separiamo. Non accade spesso. Accade quando hai condiviso valori, impegno e amore per quello che fai. Quando affronterò i futuri impegni non dimenticherò che deriva molto da questa indimenticabile esperienza. Ringrazio tutti i tifosi giallorossi che ci hanno sostenuto in questi 10 mesi vissuti così intensamente, tutti i ragazzi che hanno creduto nel sogno che solo alla penultima giornata si è infranto. Ringrazio chi ha collaborato per far sì che tutto fosse sempre perfetto, la stampa che con le giuste critiche ci ha spinto a dare sempre il nostro meglio. Ringrazio il direttore Grammatica che mi ha dato l’opportunità di allenare una squadra come il Ravenna e con la sua esperienza e competenza mi ha supportato e sopportato tutti i giorni .Ed infine un grandissimo grazie al presidente Brunelli, all’amministratrice Zignani e tutti i soci. Negli ultimi mesi la società mi ha chiesto incessantemente di continuare insieme, forti di un legame lavorativo e umano intenso. E tutto questo calore e stima nei miei confronti ha portato questa scelta ad essere sempre più difficile, dettata dalla volontà di provare a crescere professionalmente, senza dimenticare la gratitudine che avrò sempre per tutti voi»


Arriva Serpini insieme al vice Magistro

Fin qui Dossena. Dubbi sul sostituto? Zero. Andrea Grammatica, infatti, sapendo delle sirene per Dossena si era mosso per tempo individuando il nome di Serpini per quello che era partito come piano B ma poi, strada facendo, ha preso sempre più consistenza. Ora c’è in corso una trattativa che non riserverà sorprese: Serpini ha meritato la fiducia della società giallorossa dopo l’ottimo campionato del Lentigione e, d’altro canto, è troppo importante per il tecnico di Castelfranco Emilia poter allenare nella piazza finora più importante della sua carriera.
Saranno le sue direttive, in un mercato da concordare con Grammatica, a indirizzare ora la prossima stagione, fermo restando che proprio il mercato al momento rappresenta uno snodo non facile perché l’eventualità di un ripescaggio del Ravenna non è campata per aria.
Ecco anche Magistro
Serpini porterà con sé a Ravenna il suo storico secondo Mirko Alberto Magistro, che ne condivide il cammino fin dal biennio alla Correggese. Siciliano ma da tempo residente a Bologna, nel 2019 Magistro venne anche chiamato dall’Italia femminile in qualità di match analyst in vista della disputa degli imminenti Mondiali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui