Calcio D, Di Fabio: “Forlì con troppe assenze per tenere testa al Rimini”

Una sconfitta già di per sé pesante resa ancora più pesante dal successo del Fanfulla, che ha fatto ripiombare il Forlì in zona play-out. Ma una sconfitta da archiviare in fretta. Il direttore sportivo Carlo Di Fabio stempera le tensioni post derby, rifugge dalla parola debacle, e invita il Forlì a guardare avanti con fiducia puntando tutto sulle due prossime partite, quella di mercoledì al Morgagni contro il Seravezza e la trasferta di domenica in casa del Ghiviborgo. «Il Rimini ha vinto con largo margine confermando di essere legittima capolista de campionato – riflette Di Fabio – a noi dispiace ma siamo arrivati al derby con l’allenatore che ha dovuto escogitare soluzioni impensate per far fronte alle molteplici assenze».

Leonardo Longo contro Simone Tonelli


Il rammarico è proprio questo, l’impossibilità di onorare un derby schierando la formazione migliore. «Graffiedi è stato costretto a stravolgere l’assetto tattico per le defezioni in difesa di Pezzi, Fabbri e Capitanio, del portiere classe 2003 Ravaioli che si sta ben comportando e ci consente di schierare un centrocampo di esperienza, e all’ultimo di De Gori, a cio si è “insaccato” il pollice e che è stato però ben sostituito da Stella».
L’avvio del Rimini con la rete iniziale dopo 5 minuti e ben tre gol nei primi 21 ha decretato il game over con largo anticipo. «In questo è stato molto bravo Gaburro, che d’altra parte è un tecnico di lunga esperienza, a leggere l’incontro con il Rimini che ci ha attaccato forte fin dall’inizio ben sapendo che con una formazione ampiamente rimaneggiata al Forlì sarebbero stato necessario un buon quarto d’ora per trovare le distanze fra i reparti, la sintonia fra i giocatori. Una nota positiva riguarda Longo, che dopo una lunga assenza (ultima partita il 18 aprile 2021 in Cesena-Imolese, ndr) si è fatto trovare pronto e ha segnato la rete che ci aveva dato qualche speranza. Nella ripresa siamo andati meglio con Gkertsos potevamo riaprire l’incontro, invece è finita 4-1».
Ora si volta pagina con la squadra tornata in campo ieri mattina. Mercoledì rientrerà Pezzi, forse Capitanio, da valutare Fabbri e i portieri Ravaioli e De Gori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui