Moreno Zocchi, soddisfatto dell’Imolese vista a Mantova?

«Non è bello accontentarsi, ma sono molto soddisfatto della prestazione perché contro una squadra che poteva metterci in difficoltà abbiamo sofferto il giusto, siamo stati fortunati con quel salvataggio di Rinaldi a inizio ripresa ma bisogna dare valore al risultato e alla partita fatta, che ha confermato il continuo miglioramento di questa Imolese».

Imolese composta da giovani che si sono adattati in fretta alla C: un aspetto non scontato, non trova?

«E’ vero, ma il discorso va esteso non solo ai giovani che finora hanno giocato ma anche a coloro che finora hanno avuto meno spazio e che quando giocheranno dimostreranno di essere pronti: mi riferisco a Cerretti, Angeli, Mele e Sabattini, tutti giovani di valore. Una parola la spendo anche per i vecchi che non stanno giocando, come Della Giovanna e Rossi, che ci ha salvati l’anno scorso e che si sta comportando da grandissimo uomo. Per i giovani sottolineo che avremo sorprese e ognuno dimostrerà di poter essere titolare di questa squadra».

Il bilancio finora è positivo: 12 punti in 8 partite fanno sorridere…

«Sì, perché non li avremmo se non avessimo fatto buone prestazioni. In questo momento ciascuno degli altri 19 direttori sportivi vi direbbe che qualche punto in più lo si poteva avere, lo dico anch’io alla luce dei due rigori sbagliati sullo 0-0 e dai tanti pali (7, comprendendo un “autopalo” di Ginestra su uscita alta imprecisa nella ripresa contro la Fermana, ndr) colpiti finora».

Già, ma oltre ai punti, i rigori e i pali hanno tolto gol agli attaccanti, che in certi momenti sembrano soffrire di poca assistenza…

«E’ vero, non li stiamo servendo al meglio, anche perché spesso ricevono palla da 30 metri con un uomo alle loro spalle che li marca. E’ una condizione non facile, alla quale va aggiunta la necessità che migliori l’intesa fra Stanco e Polidori: per esempio c’è un’azione a Mantova nella quale Tonetto crossa ed entrambi fanno il movimento sul primo palo con la palla che arriva sul secondo dove non c’è nessuno. Stanco non è in difficoltà, ci sono zero preoccupazioni da parte mia visto che vedo gli allenamenti e lo spirito con cui si aiuta la squadra. Anzi… vi dico che ho scommesso con Cevoli: Stanco e Polidori a fine stagione segneranno 25 gol. E’ una coppia che tante squadre non ha, un difensore in C quando sa di dover affrontare Stanco e Polidori non trascorre una vigilia tranquilla».

Modena, Triestina e Sudtirol: ora viene il bello e anche il difficile…

«Sono curioso di vedere come andremo in queste partite, anche se noi guardiamo sempre e solo alla salvezza ed al margine sulla zona play-out e sarà così finché non raggiungeremo i 40 punti. Questa Imolese ha grandissimi margini di miglioramento sotto tanti punti di vista, compresi coraggio e personalità: c’è da essere fiduciosi visto il livello del lavoro quotidiano che i ragazzi svolgono».

Argomenti:

Lega pro

Polidori

SERIE C GIRONE B

Stanco

Zocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *