In attesa dell’esito dei tamponi sostenuti ieri dopo l’accertata positività dei giovani calciatori Marco Meli (attaccante esterno classe 2000) e Antonio Pio Stellacci (difensore classe 2002), il tecnico del Ravenna, Giuseppe Magi, ha appena parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby in programma domani alle ore 17.30 a Cesena. L’allenatore giallorosso è partito proprio da quarantena e tamponi: “E’ un problema che dobbiamo affrontare: nella mente dei ragazzi c’è l’ansia dei risultati dei tamponi ed è logico”.

Avvicinandosi alla partita, Magi sostiene come “al momento non abbiamo certezze su giocatori e neppure modulo, debbo avere un piano A, un piano B ma anche un piano C”. Il derby “deve essere un motivo di orgoglio: in campo andranno giocatori che sapranno difendere l’onore del Ravenna in una occasione così importante. Da quando sono arrivato, c’è stato un susseguirsi di problemi ed inconvenienti. Secondo me la squadra sta facendo il possibile, è ovvio che in questo momento le nostre quotazioni siano al ribasso. Sette sconfitte su dieci partite significano mancanza di equilibrio, è logico che dobbiamo fare di più, andare oltre le difficoltà e far valere quelle qualità morali che secondo me questo gruppo ha. A Cesena sarà una partita bellissima ed importante per tanti motivi. Voglio che la squadra si faccia rispettare e trovi dentro di sé la forza mentale e fisica. L’ultimo step potrebbe rappresentarlo l’atteggiamento del leone ferito, mi piacerebbe trasmettere questo ai nostri tifosi e alla nostra città. Il Cesena è favorito e me lo aspetto subito aggressivo, noi cercheremo di andare contro il pronostico superando limiti e difficoltà. Chiudo dicendo che dispiace giocare una gara del genere senza pubblico: questo non è spettacolo, ma voler fare le cose senza godere dell’anima delle cose”.

Argomenti:

derby

Lega pro

Magi

Orogel Stadium Manuzzi Cesena

SERIE C GIRONE B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *