Calcio C, un Corazza mai visto: segna ogni 84 minuti e cerca il record di partite consecutive con gol

Prendete uno specchio e la sintesi di Cesena-Imolese del 16 ottobre. Quello che era successo al minuto 21 del derby contro i rossoblù è accaduto allo specchio (cioè nell’altra porta e a piedi invertiti) dopo 92 secondi di Cesena-Gubbio. Il primo e l’ultimo gol realizzati nelle ultime tre settimane da Simone Corazza sono praticamente identici, due azioni in fotocopia partite da un millimetrico lancio in profondità (Chiarello contro l’Imolese, Saber contro gli umbri) e concluse da un altrettanto preciso colpo da biliardo del Joker, bravissimo a controllare il pallone e a freddare il portiere in uscita calciando sempre sul primo palo, di destro per trafiggere Rossi, di sinistro per infilare Di Gennaro. Tra queste due reti ce ne sono state 5: altre due contro l’Imolese, una a Reggio Emilia, un’altra con il Fiorenzuola e infine la carezza da due passi di Montevarchi per un totale di 7 gol nelle ultime 5 giornate, che hanno permesso a Corazza di salire al comando della classifica marcatori del girone B al fianco del riminese Santini e di diventare il secondo miglior cannoniere dell’intera Serie C alle spalle del vicentino Franco Ferrari, che guida con 9 centri nel girone A.

Record eguagliato

Il gol contro il Gubbio ha permesso a Corazza di eguagliare anche un record personale, che il centravanti di Latisana aveva firmato tre anni fa con la maglia della Reggina, sempre agli ordini di Domenico Toscano. Nel miglior campionato della carriera, Corazza andò a segno per 5 partite consecutive proprio in questo periodo, realizzando un gol a partita contro Catania, Paganese, Catanzaro, Monopoli e Picerno dopo che un paio di settimane prima si era fermato a quattro partite consecutive in gol (contro Cavese, Bisceglie, Bari e Vibonese). Sono queste le due strisce migliori di Corazza, che in precedenza aveva al massimo segnato per quattro partite consecutive nel SudTirol (2013-2014) o per tre partite (due volte a Portogruaro tra il 2011 e il 2013) e una volta al Piacenza (2017-2018). Lunedì, in casa della Virtus Entella, mentre il Cesena cercherà di eguagliare il primato di sei vittorie consecutive fatto registrare da Castori nel 2005, Corazza, dovesse segnare, batterebbe il proprio record in carriera, salendo a 6 gare consecutive in gol, e si isolerebbe anche in testa alla classifica dei marcatori seriali del Cesena Fc, che ora condivide con Mattia Bortolussi, che nel mese di ottobre di un anno fa segnò un gol a gara in 5 partite consecutive, dalla trasferta di Grosseto a quella di Teramo.

Gol a raffica

Dopo un’estate difficile a causa di un infortunio muscolare e di conseguenza dopo una partenza comprensibilmente lenta (alla 7ª giornata era fermo a un gol), Corazza non si è più fermato da quando ha ricominciato a segnare, una vera e propria esplosione che ricorda lo straordinario girone d’andata del Joker nel già citato campionato 2019-2020 con la Reggina. Tre anni fa Corazza si sbloccò alla 2ª giornata, proprio come quest’anno, riuscendo a segnare la bellezza di 14 gol nelle 15 partite disputate, prima di fermarsi all’inizio di dicembre e di chiudere in anticipo per colpa del lockdown, che però non cancellò la promozione della Reggina. Dopo 12 giornate il Corazza di Reggio Calabria aveva segnato 9 gol, quindi uno in più di oggi, ma giocando di più: 12 partite su 12 allora per un totale di 837 minuti contro gli 8 gol di oggi realizzati giocando 10 partite per un totale di 676 minuti. Se tre anni fa in Calabria il Joker segnava un gol ogni 93 minuti, oggi ne segna uno ogni 84 minuti e mezzo. Numeri impressionanti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui