Calcio C, tutti scontenti dopo Ravenna-Cesena 2-2

Allenatori furiosi e per nulla soddisfatti dopo il derby del Bruno Benelli. Leonardo Colucci accusa i giocatori del Ravenna di mancanza di carattere mentre William Viali se la prende con in particolare con Longo (per l’errore sul primo gol) e Steffè (per l’espulsione).

Così Colucci, che nel finale ha visto svanire la vittoria e il sorpasso sull’Arezzo: «La partita è sotto gli occhi di tutti. Il panorama era molto netto: noi in vantaggio 2-0, il Cesena con un uomo in meno e che sbaglia un rigore. Questa partita si porta a casa con un po’ di cattiveria e di furbizia. Nonostante io dica che serve cattiveria per ottenere i risultati, su questo fronte non ci siamo. Purtroppo la ferocia agonistica non si compra in farmacia. Questa squadra ha volontà, dedizione, applicazione, mette tanto sotto molti profili, però la cattiveria necessaria per portare a casa i punti non riesce a mostrarla. Manca il carattere di squadra e malgrado io parli di motivazioni, di situazioni, di tutto quello che può servire ad illustrare il concetto, questa qualità non si riesce a trasferirla perché è difficile da trasferire. Se avessimo questa qualità avremmo vinto alcune gare già prima».

Non usa mezzi termini neppure Viali: «Sono incavolato nero perché abbiamo perso l’occasione di portarci a casa tre punti che per la classifica sarebbero stati fondamentali. Abbiamo confermato di essere una squadra che decide i risultati delle partite, nel bene e nel male. Non mi interessa se il loro primo gol fosse regolare o no, ma noi facciamo un errore clamoroso (con Longo, ndr) su un rinvio di 50 metri. Ok, ci può stare e vai sotto, ma poi ne abbiamo fatto uno più grave (espulsione di Steffè, ndr) che ha rovinato la partita. Per questo non possiamo essere contenti. Questa era un’occasione da sfruttare per compiere un salto in avanti». C’è altro che turba Viali: «Quando non si è al 100% dentro la partita, invece di focalizzarsi sul fare meglio le proprie cose ci si innervosisce e si perdono energie gratuite».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui