Calcio C, Toscano spinge per avere con sé Corazza e Bianchi

Mario Mercadante è stato colui che ha chiuso in anticipo la stagione 2021-2022 del Cesena, con quei due chirurgici rigori che il 12 maggio hanno permesso al Monopoli di vincere 0-3 al Dino Manuzzi e di estromettere i bianconeri dai play-off. Mario Mercadante ha ufficialmente aperto la campagna acquisti 2022-2023 del Cesena: il difensore centrale mancino nato ad Altamura il 27 febbraio 1995 ha firmato un contratto fino al 2024 con prolungamento di una stagione in caso di promozione in B. Lascia Monopoli dopo 6 stagioni e mezzo condite da 200 presenze e 15 reti. Oggi è molto probabile che il Cesena annuncerà il secondo ingaggio, quello di Alessandro Albertini, esterno destro di centrocampo reduce da due stagioni a Catania con 50 presenze globali.

Assalto a Corazza

L’assalto a Simone Corazza è iniziato. Dopo essere stato messo sul mercato dall’Alessandria (giovedì il presidente Luca Di Masi ha annunciato che “regalerà” tutti i giocatori sotto contratto per riuscire a ridurre il budget), il centravanti tanto caro a Mimmo Toscano e il Cesena hanno iniziato a flirtare in modo più assiduo. Non è una trattativa così agevole, visto l’ingaggio elevato che ha Corazza e alla luce dell’ottimo campionato di B disputato (12 gol) che non ha lasciato insensibili gli addetti al mercato della serie cadetta. Però è forte il richiamo di Toscano, con cui ha giocato e vinto due campionati di Serie C, prima a Novara nel 2014-2015 (36 presenze e 12 gol, tra cui quello promozione all’ultima giornata in casa del Lumezzane) e poi a Reggio Calabria (14 gol in 25 partite prima dell’arrivo del Covid e dell’interruzione di un campionato che la Reggina stava stradominando: +11 sul Bari a 8 giornate dalla fine). Il “problema” in casa Cesena è che al momento il reparto d’attacco è il più fornito della rosa, quindi bisognerà sforbiciare un paio di petali: Caturano e Zecca gli indiziati. Alternative al trentunenne Corazza sono, ironia della sorte, altri due Simone: il classe 1993 Magnaghi (16 gol a Pontedera, ma appena rientrato per fine prestito al Pordenone, che difficilmente lo farà partire) e il più “vecchio” Guerra, classe 1989, legato per un’altra stagione alla FeralpiSalò.

Kontek e poi Bianchi

Prima di Corazza, però, il Cesena chiuderà di sicuro il cerchio in difesa, prelevando dalla Ternana il venticinquenne Ivan Kontek: l’affare è in dirittura d’arrivo, con il croato che arriverà in Romagna con la formula del prestito con diritto di riscatto e opzione di contro-riscatto. Chiusura prevista non prima del 1° luglio per questioni burocratiche. Procede spedita anche la trattativa per Nicolò Bianchi, centrocampista centrale della Reggina e altro fedelissimo di Toscano: così come Corazza, Bianchi era infatti insieme al nuovo tecnico del Cesena sia al Novara che alla Reggina in occasione delle due vittorie del campionato di C. Bianchi, ancora legato ai calabresi, nelle ultime due stagioni ha giocato 69 partite in B con la maglia granata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui