Calcio C, sms del diesse Artico: “Non vado a Cesena”. Toscano in pole per la panchina

Fabio Artico lo ha prima comunicato al Cesena e poi, ieri pomeriggio, anche agli amici di una vita di Alessandria con un sms: «Non vado a Cesena». Pur volendo rescindere il contratto fino al 2024 con i grigi, Artico non se la sente di ripartire dalla Romagna. Quali siano i motivi che lo hanno spinto a dire no al Cavalluccio non si sanno, anche se chi ha vissuto a suo stretto contatto ad Alessandria in questi tre anni sostiene che il nome di Mimmo Toscano non rientrasse nella sua lista dei desideri. Dunque, dopo Meluso, arriva un altro no.
Il Cesena alternative ad Artico ne aveva, anche se tutte erano state congelate. Ora bisognerà capire se si andrà sempre su un direttore sportivo che la C l’ha già vinta di recente (sono liberi Magalini, promosso con il Vicenza nel 2020, Zamuner, promosso con il Padova di Bisoli nel 2018, e Gemmi, il cui Pisa vinse i play-off nel 2019) oppure se si andrà su un esponente della nuova generazione. Come ad esempio possono essere Simone Di Battista, capo dell’area scouting della Cremonese, oppure Mattia Collauto, sempre che il Venezia non decida di confermarlo nonostante la retrocessione dalla A alla B. Magari qualcosa in più si capirà nella conferenza stampa di Robert Lewis e Massimo Agostini in programma questa mattina.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui