Calcio C, Rimini: domenica di lavoro per completare l’iscrizione

È cominciato il conto alla rovescia per l’affiliazione del Rimini alla Lega Pro e la conseguente iscrizione al campionato di Serie C. Dopo la riunione di un mese fa a Firenze, dove alle squadre neopromosse fu comunicato l’importo per l’iscrizione al campionato, 455mila euro in totale tra la fideiussione da 350mila e le due tasse da 105 complessive (una in più rispetto a chi già c’era l’anno scorso perché è la tassa per l’affiliazione che va pagata da chi è salito dalla Serie D), si è messa subito in modo la macchina organizzativa visto che il termine ultimo era stato fissato in mercoledì 22 giugno.

Le due fasi

Prima però bisognava presentare la documentazione strutturale relativa allo stadio Romeo Neri e il termine era il 15 giugno. Compito che la società biancorossa ha espletato senza problemi lavorando comunque contemporaneamente anche alla seconda fase, cioè l’iscrizione al campionato dove qui invece la procedura è più complessa. Intanto perchè bisognava cambiare lo statuto da società dilettantistica a quella professionistica e poi c’era tutto il resto tra cui la famosa fideiussione che da sempre per molte società è l’ostacolo principale. Al momento il lavoro è giunto al 75% e quindi oggi non sarà un giorno di festa completo (magari solo parzialmente) per il segretario Marco Mercuri e soci.

Domani a Firenze?

Questo perché l’obiettivo è quello di evitare di prendersi tutto il tempo a disposizione e pertanto recarsi a Firenze soltanto mercoledì, ultimo giorno utile visto che potrebbe succedere sempre un imprevisto. Ragion per cui si proverà ad andare domani agli uffici della Lega Pro o più tardi martedì, in tal caso saranno lo stesso Mercuri e il direttore generale Franco Peroni a consegnare tutta la documentazione necessaria.

Da sottolineare che in casa biancorossa si sta lavorando sotto questo aspetto in totale serenità in quanto la tabella di marcia è pienamente rispettata, non ci sono ritardi di alcun genere.

Mercato

Intanto il diesse Andrea Maniero coadiuvato dal club manager Carlo Cherubini continua a tessere la ragnatela per le operazioni in entrata riguardo alla costruzione del nuovo Rimini. Sereni resta l’obiettivo numero uno per l’attacco anche se per gli annunci l’impressione è che bisognerà attendere il mese di luglio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui