Al termine dell’assemblea di Lega Pro, ecco il pensiero del direttore generale del Ravenna Claudia Zignani: “L’assemblea di oggi ha deliberato quale fosse la linea della Lega Pro da presentare al consiglio della FIGC in merito all’evoluzione della stagione. Si è deliberato per la interruzione del campionato con blocco delle retrocessioni, promozione diretta delle tre attuali capolista (Reggina, Monza, L.R. Vicenza) ed il blocco dei ripescaggi dalla serie D. Per quanto riguarda il nodo dell’eventuale quarta promozione si è deciso di adottare il criterio del merito sportivo. Sui primi punti l’assemblea è stata praticamente unanime mentre, come preventivatile, c’è stato più dibattimento sulle modalità della quarta promozione. Per quanto ci riguarda siamo soddisfatti di quanto deliberato dall’assemblea; alla luce del protocollo sanitario diventava impossibile per i club della nostra categoria potere proseguire nella stagione in corso. Si pensi che negli studi di fattibilità commissionati dalla Lega si preventivava un impatto a livello di costi per ogni squadra indicativamente tra i 100 ed i 150 mila euro. Costi chiaramente insostenibili, che hanno portato l’assemblea a votare compatta in questa direzione. L’ultima parola a questo punto spetta alla FIGC per la ratifica di quanto oggi deliberato.”

Argomenti:

Calcio serie C

coronavirus

ravenna calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *