Calcio C, Piscitella: “Rimini, finalmente sto bene”

Carico come una molla. Giammario Piscitella vuole recuperare il tempo perduto dopo i tre turni di sosta forzata per infortunio e, se già nei pochi minuti contro l’Alessandria aveva lanciato qualche input, mercoledì pomeriggio nella gara di coppa Italia contro l’Ancona si è travestito da Speedy Gonzales ed è stato l’assoluto protagonista della vittoria firmata però dal solito Santini: «Sto meglio dopo un periodo di calvario – ammette Piscitella – perché era un problemino che mi portavo avanti da qualche mese e abbiamo deciso che era meglio fermarmi un attimo e curarmi. Contro l’Alessandria avevo voglia di vedere come rispondeva la gamba, mercoledì sono riuscito a giocare con la libertà di spingere e mostrare tutte le mie caratteristiche. Non sono state settimane facili, mi mancava la quotidianità anche se ogni giorno svolgevo terapie e doppie sedute di allenamenti. Comunque avevo voglia di disputare una partita senza freni».

Il Rimini ha dimostrato che il concetto di “seconde linee” in questa rosa è riduttivo, anzi pure sbagliato.

«La società ha messo a disposizione una rosa ampia con caratteristiche diverse. Quello che non deve mai mancare è il gruppo e dobbiamo capire che è il nostro punto di forza, bisogna farsi trovare pronti e anche il livello durante gli allenamenti è più alto. La partita? Una vittoria importante perché hanno giocato coloro che finora avevano trovato meno spazio e abbiamo dato un segnale. Magari a volte chi viene utilizzato meno può perdere un po’ di fiducia ma ad Ancona mi è piaciuta la risposta e arriviamo a domenica con diverse soluzioni in più».

Nel mirino la sfida con il Gubbio che guida la classifica assieme al Siena con 14 punti.

«Affrontiamo una squadra forte e in salute, le trasferte sono sempre partite particolari, noi veniamo da due vittorie di fila e siamo in un buon momento, abbiamo le armi per mettere in difficoltà gli umbri ma serve un livello di attenzione alto».

I rossoblù sono imbattuti e in campionato non hanno ancora incassato gol al Barbetti (l’unica rete subita nell’1-1 di Fermo). Piscitella si candida per sfatare il tabù: «Il loro tecnico (Braglia ndr) è esperto e il Gubbio è una squadra compatta, si difende bene e gioca con alta intensità. Penso comunque che abbiamo un attacco in grado di metterli in difficoltà, poi se segnerò io ben venga. Già me lo sarei meritato mercoledì, vuol dire che è vicino…».

Dopo il passaggio del turno in coppa Italia contro l’Ancona che ha regalato al Rimini la possibilità di un nuovo derby con il Cesena, la truppa di Gaburro ieri si è allenata per mettere nel mirino la difficilissima trasferta di Gubbio (tra le fila umbre il capitano è l’ex biancorosso Signorini).

Le condizioni di Sereni, uscito malconcio mercoledì dallo stadio Del Conero, sono da valutare mentre torna a disposizione l’esterno offensivo Rosso, finora falcidiato dagli infortuni. L’ex teramano non ha ancora avuto modo di poter esprimere il suo valore.

Per quanto riguarda la trasferta di domenica al Barbetti (ore 17.30) i biglietti (curva costo 10 euro, laterale 18 con varie promozioni per i più giovani) sono acquistabili sul sito vivaticket oppure alla tabaccheria Pruccoli, Visit Rimini c/o ufficio turistico stazione, tabaccheria Romani, Millenium bar, Santarcangelo eventi, tabaccheria della Piazza (Santarcangelo), Freeshop San Marino o caffetteria Mazzini (Cattolica).

Infine da sottolineare che la sfida in programma a Siena mercoledì 19 ottobre è stata anticipata alle 20.30 e sarà trasmessa in diretta su Rai sport.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui