Calcio C, Pierini, Bortolussi e Caturano: i tre tenori del Cesena

A un certo punto, dopo aver allenato per 68 minuti, al 69’ di Cesena-Teramo e con un confortante 2-0 stampato sul tabellone William Viali ha indossato anche i panni dello psicologo e ha scelto di togliere dal campo il miglior Caturano della stagione (gol e assist, oltre ad altre due colossali chance che si era creato e che si è poi divorato) e di insistere con Bortolussi al centro dell’attacco, «perché anche Mattia avrebbe meritato di segnare e di sbloccarsi in una partita così», ha poi spiegato il tecnico di Fiorenzuola in sala stampa.

Ecco, se domenica contro gli abruzzesi avesse segnato anche Bortolussi, il Cesena sarebbe riuscito a mandare in gol nella stessa partita l’intero tridente, un evento che dopo 30 giornate non si è mai verificato. Al massimo hanno segnato in due e questo è successo 6 volte: all’andata con Bortolussi e Pierini contro l’Ancona Matelica (2-0), con Bortolussi e Caturano contro il Teramo (0-4) e contro la Fermana (4-0); al ritorno con Pierini e Caturano contro l’Olbia (3-0), contro il Grosseto (3-3) e appunto contro il Teramo (2-2). Al netto del rallentamento di Bortolussi e dell’impennata di Pierini, il Cesena continua a mandare in gol con un’impressionante continuità i propri tenori, che insieme hanno raggiunto 28 centri sui 41 complessivi della squadra.

Non solo: domenica Pierini è salito a quota 10 in campionato, raggiungendo proprio Bortolussi e portando a due gli attaccanti in doppia cifra del Cesena, in attesa di Caturano, salito a 8 gol e comunque soddisfatto per aver potuto festeggiare la tripla cifra (100 reti) in carriera.

Tridenti

L’uomo-copertina del Cavalluccio degli ultimi due mesi è indiscutibilmente Nicholas Pierini, mai così dominante e determinante in zona-gol. Dal 28 novembre, cioè dalla rete realizzata a Chiavari, il numero 10 del Cesena è il capocannoniere del girone B (9 gol in 15 partite) e, restando solo alle partite disputate nel 2022, resta il miglior marcatore del campionato con 6 centri. Alle sue spalle sale Caturano, arrivato a 3 gol nell’anno nuovo, mentre Bortolussi è fermo a un sigillo grazie alla zampata che ha inaugurato la sfida contro la Vis Pesaro due settimane fa. Nel 2022 i tre attaccanti del Cavalluccio hanno realizzato complessivamente 10 gol, una doppia cifra che però non vale il primato. Meglio dei tre tenori bianconeri hanno fatto Manuel Nocciolini, Davide Arras e Riccardo Cretella del Grosseto, curiosamente i tre marcatori del rocambolesco 3-3 contro i maremmani uscito qualche settimana fa sulla ruota del Manuzzi. I tre giocatori del Grosseto hanno realizzato 11 gol in tre, con i due attaccanti a quota 4 e con il trequartista Cretella a 3. Nel posticipo di ieri sera l’occhio è caduto sulla Virtus Entella: alla palla al centro i tre migliori marcatori del 2022 erano Magrassi (4), Schenetti (4) e Merkaj (2, così come Lescano). Ma al fischio finale del posticipo contro la Carrarese la situazione è cambiata, grazie alla rete di Merkaj, la terza del 2022, che ha permesso al tridente dei liguri di raggiungere quello del Grosseto a 11.

Su azione e su rigore

Allargando il discorso e prendendo in considerazione tutte le giornate di campionato, ad oggi il tridente più prolifico è quello dell’Ancona Matelica con 35 centri così suddivisi: 14 Rolfini, 11 Faggioli e 10 Sereni. Al secondo posto c’è la Reggiana, che si ferma a 33 con Zamparo (13), Lanini (13) e Neglia (5). Ma considerando solo i gol su azione, nessuno ha fatto meglio del Cesena con 27 reti (sulle 28 totali). L’Ancona ha segnato 9 volte dal dischetto, la Reggiana 6, mentre il Cesena è il fanalino di coda del Girone B con appena un penalty concesso e trasformato da Bortolussi il 5 dicembre contro il Montevarchi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui