Calcio C, Montanari-Imolese: addio dopo 15 anni memorabili

Marco se n’è andato e non ritorna più…Fin troppo facile usare come colonna sonora per l’addio all’Imolese di Marco Montanari quella parte di “La solitudine” che è stato il primo successo di Laura Pausini, solarolese come Montanari, che da ieri è il nuovo direttore generale del Medicina, rampante società bolognese di Eccellenza. Un addio che chiude 15 anni di vita in rossoblù di una figura molto importante. Nel suo ufficio ora è rimasto come unico ricordo lo stadio con l’Imolese in campo costruito 4 anni fa da un giovane tifoso rossoblù, rimasto su quella mensola sopra la quale campeggiava la foto di quei ’99 rossoblù che qualche anno fa Montanari allenò con quel ritornello «Non esistono problemi ma soluzioni da trovare» che era stato il mantra di quell’annata.

Sì perché Montanari al Bacchilega ci è entrato 15 anni fa da allenatore, portato dal “maestro” Ivan Zauli per curare assieme a lui la parte tecnica di un vivaio che si stava ricostruendo e che aveva adocchiato quel giovane mister che faceva la spola fra Solarolo-Bagnara-Bubano per allenare gli intercomunali delle 3 società. In quel primo anno all’Imolese, Montanari allenava anche i classe ’96 nei quali c’era quel Boschi che adesso ritroverà a Medicina come calciatore in uno di quei giri di un calcio che il dirigente di Solarolo ha vissuto al Bacchilega anche da responsabile del settore giovanile e del marketing di un’Imolese che dal Medioevo “lelliano” fra Eccellenza e Promozione è poi risalita in D poi in C con Spagnoli. Montanari “pompiere” del “fumantino” Spagnoli: tante volte sarà stata questa la scena al Bacchilega, uno complementare dell’altro anche in quella famosa mattina dopo il ko con il Ravenna, quella nella quale in videochiamata dalla pineta di Milano Marittima parte quel «È arrivato il nostro momento» con cui Spagnoli annuncia a Montanari la sua discesa in… panchina. Quella che porterà l’Imolese a salvarsi con Spagnoli ad allenare assieme a Mezzetti-Sintini e con Montanari a festeggiare una salvezza romantica e incredibile cui seguiranno l’addio estivo di “Spagno” ed ora quello di Montanari ad un anno di distanza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui