Il Ravenna e il suo tecnico Giuseppe Magi tornano ancora a casa senza punti, ma rispetto alla trasferta di sei giorni fa a Modena può dire di avere visto segnali di crescita da parte della sua giovane squadra: «Purtroppo ci manca sempre un centesimo per fare un euro – attacca – ma il Ravenna non meritava di perdere. Non siamo poi affatto in un buon momento per quanto riguarda le assenze, mancavano Papa e De Grazia e cammin facendo si è fermato anche Bolis. Nel secondo tempo non c’erano centrocampisti centrali e abbiamo faticato a scalare sui loro esterni. Martignago non era utilizzabile e l’emergenza ci ha costretto a schierare ancora tanti giovani, che hanno comunque dato un buon apporto».
Con quattro sconfitte nelle prime cinque giornate, il Ravenna è atteso mercoledì sera da uno scontro già delicatissimo con la Virtus Verona: «Dobbiamo crescere velocemente perché ogni avversario che troviamo è molto impegnativo da affrontare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *