Calcio C, la ripartenza flop del Cesena nasce a centrocampo

Alla prima curva del 2022 il Cesena non ha rispettato l’invidiabile tendenza che lo aveva sempre accompagnato nel girone di andata: rispondere con una vittoria a una partita non vinta. Lo 0-0 contro la Viterbese è seguito al 4-1 incassato a Gubbio, poi è vero che nel frattempo è trascorso un mese e che le due partite in questione sono state una l’esatto contrario dell’altra. Al Barbetti il Cesena aveva sbagliato l’ultimo quarto d’ora, sabato contro i laziali ha invece giocato piuttosto male i restanti 75 minuti dopo una partenza benaugurante.

I conti non tornano

Non aver incassato gol per la tredicesima volta e di conseguenza non aver perso in un pomeriggio dove tante cose non hanno funzionato è certamente una buona notizia, ma tra le note negative della prima partita del 2022 c’è sicuramente il rendimento del centrocampo. Non lo diciamo (solo) noi o non lo hanno notato solo i tifosi presenti sabato al Manuzzi, ma evidentemente se ne è accorto anche William Viali. Il quale, da quando è passato al 4-3-2-1 (curiosamente proprio nella gara d’andata disputata a Viterbo) non aveva mai cambiato l’intero reparto a partita in corso per questioni esclusivamente tecnico- tattiche. Escludendo la gara contro l’Imolese (il Cavalluccio giocava ancora col 4-4-2), solo lo scorso 21 novembre contro la Fermana il Cesena aveva concluso la partita con tre centrocampisti diversi rispetto ai tre che l’avevano cominciata, ma quel giorno Rigoni chiese il cambio all’intervallo per un problema fisico e l’ultimo quarto di gara fu pura accademia, con Viali che ne approfittò per ruotare tutti gli uomini possibili e per gestire le forze tra la Reggiana, affrontata una settimana prima, e il viaggio a Chiavari, affrontato una settimana dopo. Nelle altre 17 partite col 4-3-2-1, solo sabato l’allenatore del Cesena ha rivoluzionato interamente il centrocampo, chiudendo con Berti largo a destra e un’inedita cerniera Ardizzone-Ilari.

Il grande assente

E’ innegabile come il settore nevralgico sia il reparto più profondo e con maggiore varietà del Cesena, ma è altresì vero che non ci sia una mezzala di gamba e di strappo, che Zebi e Viali cercheranno nell’ultima settimana di mercato, e che ci sia un uomo fondamentale il cui peso specifico, specialmente a livello tattico, sia evidente soprattutto oggi che manca da due mesi: Nicola Rigoni. Il numero 4 si è messo in moto in ritardo, a causa di un’estate complicata, ma una volta trovata la condizione, è stato il vero tattico del Cesena e del 4-3-2-1, un prezioso equilibratore davanti alla difesa con il quale il Cavalluccio ha perso solo una volta (con il Modena) e conquistato 21 punti in 10 partite, viaggiando alla media di 2.1 punti a gara. Nelle ultime sei giornate senza Rigoni il passo è cambiato, con 8 punti conquistati e appena due vittorie, per una media di 1.33 punti a partita. Pur essendo assente da due mesi, Rigoni è il secondo centrocampista più utilizzato da Viali con 10 gettoni da titolare. Meglio di lui solo Ardizzone (13), mentre alle loro spalle troviamo il tandem Missiroli-Ilari (9), Steffè (8), Berti-Brambilla (2) e infine Munari (1).

Oggi è atteso l’annunciodi Pittarello e Calderoni,poi caccia alla mezzala

Comincia l’ultima settimana di mercato e oggi il Cesena farà completare le visite mediche a Filippo Pittarello, che ieri ha regolarmente scontato la giornata di squalifica da giocatore della Virtus Verona, e poi ufficializzerà l’operazione in entrata. L’attaccante ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2024 con opzione per un altro anno. Il secondo colpo riguarda la difesa. Dopo aver trattato la buonuscita con il Vicenza, club con il quale ha disputato 16 partite in B nel girone d’andata, il terzino sinistro Marco Calderoni sarà annunciato dal Cesena, che farà firmare al mancino classe 1989 un contratto fino al 30 giugno 2024. Questa settimana Zebi restituirà Adamoli all’Empoli (fine prestito) e perfezionerà la cessione di Nannelli, che è molto vicino alla Pro Sesto, e poi si concentrerà su una mezzala di gamba e più dinamica dei centrocampisti attualmente in rosa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui