Calcio C, la priorità del Rimini:trovare il nucleo da cui ripartire

Dopo la conferma del direttore sportivo Andrea Maniero, che ha firmato un triennale, per l’inizio della prossima settimana si attende quella dell’allenatore Marco Gaburro.

Chi confermare

Secondo i rumors il gruppo verrà ampiamente rinnovato ma c’è un elenco (ristretto) di giocatori sui quali ripartire. Il portiere Giacomo Piretro, che sarà ancora under (2002), potrebbe essere un buon vice ma non di Marietta, che tornerà ad Alessandria e non ha pienamente convinto. Tra i terzini, vista anche la giovane età, Lo Duca e Haveri andrebbero riconfermati. Per il primo, che tra l’altro era di proprietà del Catania, ora fallito, non ci dovrebbero essere problemi (quest’anno però a livello di infortuni è stato travagliato). Haveri, invece, andrà al Torino per una cifra attorno ai 300.000 euro. Il salto è notevole e chissà che il rapido esterno albanese 2003 non possa ottenere un prestito in Riviera. Tra i centrali, Pietrangeli, la giovane rivelazione, merita una chance: roccioso e ruvido con una buona predisposizione alle sortite offensive su palla inattiva. Non “educato” con i piedi nella costruzione dal basso, potrà comunque tornare utilissimo, soprattutto con una chioccia pronta a farlo crescere ancora, visti i 22 anni. Su Panelli c’è qualche dubbio (più che lecito) ma si è comportato bene: tutto dipenderà dagli arrivi, ma come alternativa, perché no.

Capitolo centrocampo. Tanasa, il capitano, è stato preziosissimo soprattutto a livello difensivo e negli equilibri. Un lottatore che non ha mai assaggiato la serie C e adesso che ha apparecchiato la tavola, vorrebbe fermarsi a mangiare qualcosa… Così come Tonelli, che magari tra i professionisti non è mai stato un top player, ma a 31 anni merita un’altra possibilità: non farà forse la differenza come quest’anno, ma potrà dire la sua. Greselin ha sempre masticato la C e se tornasse quello del girone d’andata sarebbe delittuoso privarsene. La vera domanda però è: quale dei due è la versione più reale? L’under Andreis con la promozione raggiunta ha un accordo verbale anche davanti all’Entella. E’ un centrocampista che ha ancora notevoli margini di miglioramento ma a tratti ha mostrato numeri da fenomeno: se sta bene fisicamente, tenerlo sarebbe un autentico colpaccio.

In attacco Piscitella e Gabbianelli sono stati due marziani in serie D e bisognerà tenerli stretti. Va bene, in C torneranno sul pianeta terra, però hanno i colpi giusti per regalare fantasia e qualità. A Giammario si dovrà chiedere di essere più decisivo in termini di fatturato, a Gianmarco più continuità. Per il bomber Mencagli, dopo i 14 gol, vale un po’ il discorso fatto per Panelli, ma in C sarà durissima confermarsi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui