Calcio C, l’Imolese non batte la Fermana al Galli dal 1995

Ottobre 1995-marzo 2022: fanno 26 anni e mezzo, tanti ne sono passati dall’ultima volta che un giocatore dell’Imolese ha festeggiato un gol casalingo contro la Fermana. Una vita fa toccò a Massimiliano Lucchi segnare il gol che stese la Fermana nell’ultima vittoria al Galli dei rossoblù contro un avversario che, per un motivo o per l’altro, da quando l’Imolese ha ritrovato la serie C solo una volta si è presentato al Galli.

Il rendez-vous con i marchigiani infatti è avvenuto solo nella stagione dei miracoli con Dionisi, in uno 0-0 al Galli contro la Fermana di Destro ricordato più per i calci (dei marchigiani) che per il calcio dei rossoblù, che nella stagione successiva non affrontarono Scrosta e soci al Galli visto che il Covid bloccò tutto. Altro giro, altro valzer mancato nella stagione scorsa, quando i lavori di adeguamento dell’impianto di illuminazione costrinsero l’Imolese all’esilio iniziale a Verona con la Fermana di Antonioli che vinse al Gavagnin-Nocini una partita strana, con Polidori a farsi parare il rigore del vantaggio da Ginestra (che come allora continua a “mangiarsi” i rigoristi) e Boateng a punire i rossoblù e salvare momentaneamente la panchina del mister di Bellaria. Si torna al Galli e stavolta l’Imolese ha bisogno di aggiornare i libri di storia con tre punti per non dover preparare le valigie verso la D e per farlo serve una partita simile a quella col Montevarchi nella quale i rossoblù sono riusciti a mantenere la porta inviolata. Una porta che sarà difesa da uno fra Santopadre e Angeletti: Rossi infatti ha ripreso ad allenarsi ma non è ancora pronto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui