Calcio C, l’ex Regini carica il Rimini: “Sotto con il Cesena”

È stata una “prima” da applausi per Vasco Regini in campionato a Montevarchi contro il San Donato Tavarnelle con la maglia del Rimini, un esordio che lascia intravvedere grandi cose perché sulla fascia sinistra l’intesa con Piscitella è da categoria superiore. Dopo un primo tempo scintillante, una ripresa di gestione, ma ci sta per un giocatore che ha iniziato ad allenarsi con il Rimini poco più di venti giorni fa.

Lui stesso è contento del primo impatto. «Sicuramente nel primo tempo io e Piscitella abbiamo fatto buone cose sulla fascia, come del resto tutta la squadra, poteva finire meglio in termini di punteggio. Poi nel secondo tempo sono un po’ calato, ho cercato di gestire le forze quando ho capito che dovevo arrivare al 90’ e le energie di cui disponevo non sono ancora ottimali. Del resto un mese fa ero fermo senza una squadra, mi sono sempre allenato, ma non è mai come farlo in una squadra. Al momento sono contento di aver fatto bene un tempo, poi sono sicuro che si può fare ancora meglio».

Un Regini che conferma la bontà della scelta Rimini. «Sono contento di far parte di questa avventura, la società mi ha dato fiducia. Tutto è partito dalla conoscenza con Carlo Cherubini, ho chiesto di potermi allenare con la squadra, ho trovato subito un bel gruppo, decisamente competitivo per la categoria. Del resto qua sono a casa mia, sono di Santarcangelo, ora abito a Domagnano, mentre d’estate abbiamo un appartamento a Marebello, ho scelto questa soluzione d’accordo con la mia famiglia, siamo a casa nostra, io sono cresciuto qui, ho passato le mie estati tra Torre Pedrera, Viserba, Rivazzurra e gioco in una squadra ambiziosa».

Poi c’è la parte cesenate che si fa sotto visto che domenica si gioca il derby. «È vero, calcisticamente sono cresciuto nel Cesena, dove ho fatto dagli Esordienti alla prima squadra, è stata la società che mi ha fatto diventare un calciatore, ora però sono a Rimini e sono felice di essere qua. E poi contro il Cesena ci ho già giocato contro tante volte, con la Sampdoria e con l’Empoli. Domenica per me sarà sicuramente emozionante giocare contro una delle mie ex squadre. Il Cesena è stata una società importante, lo stesso potrei dire della Sampdoria, sarà un derby sentito, mi preparo al massimo per arrivarci al meglio. Ho giocato questo derby anche a partite inverse nel 2008, eravamo avanti noi 1-0 al Manuzzi poi il Rimini l’ha ribaltata con Greco e Ricchiuti. È un derby molto sentito ed è sicuramente bello partire con una gara casalinga così sentita, contro una delle favorite per la vittoria finale».

In quale condizione ci arriva Regini a questa grande sfida? Risposta sincera. «Non lo so, non sono al 100%, ho iniziato ad allenarmi con la squadra l’8 agosto, non è nemmeno un mese, ma sto bene, non ho alcuna difficoltà ad arrivare in fondo al match».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui