Calcio C, in trasferta il Cesena si è smarrito

Le tantissime occasioni create nel primo tempo contro il Gubbio potevano diventare l’emblema del Cesena in trasferta, che, con William Viali in panchina, ha mediamente tenuto un ottimo passo. In Umbria, nell’atto conclusivo del 2021, complici le innumerevoli palle-gol gettate alle ortiche (sei clamorose nel primo tempo), è invece arrivata la sconfitta più pesante della gestione Viali. Un 4-1 che conferma come negli ultimi tempi, lontano dal Manuzzi, la sua squadra abbia rallentato nettamente.

Primi 4 gol subiti da Nardi

In precedenza, i bianconeri con Viali avevano subìto una sola volta tre gol (in questa stagione a Chiavari) mentre nella passata stagione il passivo più pesante era stato il 2-0 rimediato a Carpi, dove peraltro la squadra era scesa in campo condizionata mentalmente da alcuni casi di Covid emersi poche ore prima del fischio di inizio. Curiosamente, anche in quella occasione come accaduto mercoledì a Gubbio, Michele Nardi, che all’epoca era alla sua prima da titolare, si fece sorprendere dal rimbalzo della palla che sembrava destinata ad una facile presa. Le uniche quattro reti subite dalla squadra di Viali erano invece arrivate a domicilio in Cesena-FeralpiSalò 2-4 del 2020-2021 quando c’era Satalino tra i pali. Sempre al Manuzzi, lo scorso anno si era registrato anche l’unico ko con tre lunghezze di scarto, in occasione dello scivolone contro il Legnago (0-3).

Ancora in svantaggio iniziale

Nelle ultime tre trasferte (in casa dell’Entella, della Carrarese e del Gubbio) il Cesena è sempre passato in svantaggio e solo in Toscana, nella sfida contro i gialloblù di Di Natale, ha evitato la sconfitta, per un bilancio di appena un punto all’attivo e ben otto gol incassati, mentre nelle precedenti 7 partite in viaggio Nardi era stato superato solo in due occasioni (a Lucca e a Pesaro). Aggiungendo il pareggio a reti bianche con la Reggiana, sono saliti a quattro i viaggi senza i tre punti. Lo scorso anno si era arrivati ad un massimo di 5 trasferte, ma in quel caso la striscia negativa coincise con un calendario infittito di recuperi dopo la ripresa post quarantena. Nella prima trasferta del 2022, prevista per domenica 16 gennaio in casa dell’Imolese, là dove Viali vinse la sua prima gara sulla panchina del Cesena, il Cavalluccio dovrà invertire la rotta. Un ultimo dato: se le tre sconfitte stagionali finora rimediate non sono tante, tuttavia i passivi sono andati in crescendo: 1-2 con il Modena, 3-1 a Chiavari e 4-1 a Gubbio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui