Calcio C, in trasferta con il Cesena: il tifo si è riacceso

I 1.191 tifosi del Cesena presenti a Reggio Emilia sono stati una bella sorpresa, visto che finora al Manuzzi l’affluenza, pur in progressivo e lento aumento, è rimasta sotto i numeri a cui si era abituati prima del Covid. La massiccia partecipazione alla trasferta di domenica è stata ancora più inattesa considerato che tanti sostenitori al seguito non si vedano dai tempi della serie A. Non dall’ultima ma dalla stagione 2011-2012).

Da Bologna…

Il 20 novembre 2011 furono 1.200 i cesenati che festeggiarono in curva San Luca la vittoria (0-1) nel derby di Bologna. E’ comunque una stima in quanto il numero di biglietti venduti nel settore ospite non fu mai comunicato dalla società rossoblù. Rimase, in ogni caso, una delle meno partecipate trasferte sotto le Due Torri a causa del divieto ai non possessori della tessera del tifoso, del malfunzionamento del circuito di vendita dei biglietti e del brutto momento del Cesena, che era ultimo in classifica.

… a Giulianova

Escludendo le gite degli ultimi anni “in zir par la Rumagna”, i viaggi dei sostenitori del Cavalluccio non sono più stati così numerosi neppure in occasioni speciali. Nella finale play-off di Serie B di Latina (2013-2014) dalla Romagna scesero 997 tifosi, complice anche la giornata lavorativa (mercoledì). Un po’ meglio era andata nella semifinale di Modena, con 1.053 presenti, ma non proprio un esodo vista l’importanza della gara e la vicinanza. L’anno seguente in serie A, il disastroso campionato dei bianconeri fin dalle battute iniziali e l’assenza del Bologna, relegato in B non spinsero la tifoseria a seguire la squadra in giro per l’Italia. In seguito, con il Cesena prima in B e poi, dopo il fallimento, in D e in C erano state superate le mille presenze solo nel 2016-2017 a Ferrara (1.037) e nel 2018-2019 a Giulianova (1.050) per la festa promozione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui