Calcio C, Imolese: venerdì 29 l’udienza al Collegio di Garanzia

Indipendentemente da quello che accadrà sabato a Pescara, la classifica finale del Girone B e con essa gli abbinamenti dei play-out verranno scritti ufficialmente nel pomeriggio del 29 aprile. Quel giorno verrà discusso, presso il Collegio di Garanzia del Coni, il ricorso dell’Imolese, che sarà rappresentata dall’avvocato Luis Vizzino, contro la penalizzazione di 2 punti legata al passaggio di proprietà dalla famiglia Poggi-Spagnoli a De Sarlo.

La modifica del comma 5 dell’articolo 32 della giustizia sportiva Figc pubblicata il 17 marzo 2022 ha aperto la strada alla possibilità di presentare al Coaps (Commissione acquisizione partecipazioni societarie) istanza di riesame della documentazione presentata in precedenza: tale scelta avrebbe però comportato la rinuncia a qualsiasi successivo ricorso in caso di giudizio contrario e allora ecco che la scelta dell’Imolese e dell’avvocato Vizzino è stata quella di proseguire con il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni, un organo giudicante diverso da quelli precedenti. La modifica del 17 marzo, ovvero la diversificazione a livello sanzionatorio fra i soggetti che presentano documenti in ritardo o “non conformi” rispetto a chi invece non li presenta (multa per i primi, penalizzazione per i secondi), permettono di vivere queste giornate da qui al 29 aprile in quella che si potrebbe definire una “fiduciosa attesa” che i 2 punti possano rimpolpare la classifica dell’Imolese fra 9 giorni.

Nell’attesa non resta che pensare a ciò che sarà sul campo, ovvero alla partita di Pescara nella quale i rossoblù solo vincendo possono sperare di scalare posizioni in classifica: in caso di pareggio, infatti, l’unica possibilità è quella dell’aggancio della Fermana (impegnata sul campo dell’Entella) che però è davanti all’Imolese per gli scontri diretti favorevoli. Vincendo a Pescara, l’Imolese dovrebbe sperare in buone notizie da Chiavari, Carrara (dove giocherà la Viterbese) e Lucca, dove sarà di scena la Pistoiese: una “non-vittoria” della Fermana unita a una sconfitta di una fra Pistoiese e Viterbese permetterebbe alla squadra di Fontana di giocare i play-out con il vantaggio della migliore posizione in classifica. Se invece Pistoiese e Viterbese conquisteranno almeno un punto, allora per l’Imolese i play-out saranno sempre e comunque con la gara di ritorno in trasferta visto che sia toscani (scontro diretto favorevole) che laziali (scontro diretto in parità ma migliore differenza reti globale, a meno che l’Imolese non vinca 6-0 a Pescara…) sono in vantaggio rispetto ai rossoblù in caso di arrivo a quota 37. Ma se il 29 aprile verranno restituiti i due punti, tutto cambierà di nuovo.

Domani al Bacchilegala festa promozionedella Primavera

Domani pomeriggio alle ore 18.30 sarà tempo di festeggiamenti al Bacchilega: protagonista la Primavera dell’Imolese che ha conquistato la promozione nel campionato di Primavera 2. Un successo storico, quello conquistato dalla formazione di Mezzetti, che ha portato nella bacheca imolese il terzo trofeo nazionale (il secondo arrivò nel 2018 con lo scudetto degli Under 13 a Formia) in 103 anni dell’Imolese.

Il trait-d’union fra questo trofeo e il primo, che 29 anni fa conquistò quella che allora si chiamava Imola, è Erik Turrini, oggi preparatore dei giovani portieri rossoblù e ieri fra i pali (in tandem con Martini) di quella squadra che vinse la Coppa Italia Dilettanti di Eccellenza, superando nel doppio confronto la Juventina Gela (vittoria 2-1 al Galli, pareggio 0-0 in Sicilia).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui