Il giudice sportivo Pasquale Marino ha inflitto la sconfitta a tavolino all’Imolese nella gara contro il Sudtirol di domenica non andata in scena per un problema all’impianto luci dello stadio Romeo Galli. Questo il testo.

Il Giudice Sportivo, letti gli atti ufficiali
OSSERVA

  • che la gara in oggetto non si è disputata a causa del malfunzionamento dell’impianto di
    illuminazione dopo che l’arbitro, ha atteso, come da regolamento, 45 minuti dalle ore 17:30 orario
    programmato per l’inizio della gara;
  • che, sussiste l’obbligo della società ospitante di creare tutte le condizioni richieste dai regolamenti
    per garantire il regolare inizio e svolgimento della gara;
  • che, dagli atti ufficiali, emerge chiaramente la responsabilità della società Imolese in ordine al
    mancato svolgimento della gara;
    TUTTO CIO’ CONSIDERATO DELIBERA
  • di comminare alla società Imolese, ai sensi del comma 1 dell’art 10 C.G.S., la sanzione sportiva
    della perdita della gara con il punteggio di 0 -3 a favore della società ospitata

Con una nota stampa emessa alle ore 18, la società del presidente Lorenzo Spagnoli annuncia che “in merito alla decisione del giudice sportivo contenuta nel comunicato n.170/DIV del 17 novembre 2020, relativa alla gara di campionato contro il SudTirol sanzionata con la sconfitta con il punteggio di 0-3, l’Imolese intende presentare regolare ricorso”.

Argomenti:

0-3 a tavolino

giudice sportivo

Lega pro

SERIE C GIRONE B

Sudtirol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *