Calcio C, Imolese migliore difesa d’Italia nelle ultime 4 giornate

Fra 0 e 450 c’è… l’Imolese. Lo zero è quello alla casella dei gol subiti nelle ultime 4 partite: una statistica che fa dell’Imolese la prima squadra in Italia al momento quanto a solidità difensiva, visto che nel calcio professionistico nessuno è riuscito nelle ultime 4 partite giocate a mantenere imbattuta la propria porta. Del resto, Gaetano Fontana aveva sin dalla prima gara ufficiale con la Carrarese messo l’accento sul fatto che la sua squadra aveva lavorato soprattutto sui movimenti difensivi nella prima fase della preparazione, quella nella quale l’Imolese era ancora incompleta nel proprio organico. Che il primo obiettivo sia stato raggiunto non ci sono solo i numeri a dimostrarlo, ma anche la sostanza che c’è dietro gli 8 punti in classifica: questa squadra ha dimostrato di saper soffrire quando ce n’è stato bisogno e di essere poi in grado di ribaltare in fretta l’azione con Benedetti ed Alessandro Lombardi, entrambi usciti alla distanza a Teramo per quella che è una costante di queste prime cinque partite rossoblù. Quanto fatto finora da Fontana è tutt’altro che banale: l’Imolese ha una sua identità e questo non era certo scontato pensando al punto di partenza di una squadra costruita a “spizzichi e bocconi” fino alle ultime curve di un mercato nel quale Martone non aveva certo possibilità di scialacquare.

Certo, siamo ancora all’alba del campionato e quello che accadde nel girone di andata dello scorso anno (10 ko consecutivi dopo una partenza ottima) è lì come monito, ma la partenza di questa squadra tutta nuova sta facendo ricredere anche i più scettici. Il post partita di Teramo ha regalato però un altro numero da tenere bene a mente, quello che Fontana ha sottolineato in conferenza stampa, ovvero i 450mila euro di budget per costruire l’Imolese. Una cifra risibile rispetto al resto del campionato ed una cifra (nell’era Spagnoli, mai e poi mai un allenatore si sarebbe sognato di rivelare pubblicamente quanto speso…) che andrà tenuta a mente partita dopo partita. Il tutto nella speranza che lo 0 attualmente alla voce “gol degli attaccanti” venga cancellato il prima possibile: in quel caso, i tifosi rossoblù potranno sognare anche qualcosa di più.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui