Calcio C, Imolese e Martone sono ai saluti

Inevitabilmente, domani sarà una delle domande alle quali dovrà rispondere Antonio De Sarlo, anche se la risposta sembra già contenuta nel comunicato stampa inviato domenica scorsa subito dopo la salvezza dove si parla di “nuovo organigramma”. La domanda è quella legata al futuro di Aniello Martone che, dopo aver cominciato la stagione come plenipotenziario al Bacchilega, è stato progressivamente depotenziato da tutte le proprie mansioni a parte quella di direttore sportivo. L’accordo siglato con Martone ad inizio stagione è più simile ad un vitalizio che ad un contratto: la scadenza nel 2026 rappresenta infatti un “unicum” nel calcio sul quale De Sarlo, entrato da un anno in questo mondo, sembra intenzionato a mettere una croce sopra per cui l’esperienza di Martone ad Imola si può considerare conclusa.
Ecco i bonus/malus dell’annata “martoniana”.


I punti a favore

La premessa è che Angeli-Alessandro Lombardi-Cerretti e Benedetti non sono farina del sacco di Martone, visto che i primi 3 erano già all’Imolese ed il quarto era già nel taccuino rossoblù da una stagione. Di sicuro, la scelta migliore è stata quella di Fontana visto che, in mezzo ad una situazione decisamente complicata, il tecnico di Catanzaro ha sempre tenuto la barra dritta anche nei momenti più difficili. Liviero per tutta la stagione e Romano da metà marzo in poi sono stati acquisti azzeccati, così come giocatori come Vona-Lia (che ha rimediato 2 giornate di squalifica per l’espulsione con la Pistoiese dalla panchina)-Belloni ed i giovani Luca Lombardi e Boscolo Chio hanno fatto la propria parte.


I punti a sfavore

Alcuni acquisti si sono rivelati puramente ornamentali come Palma e la meteora Letizia, così come (alla fine dei conti) sono stati il trio di arrivi di gennaio De Feo-Santoro-Manzo, con quest’ultimo che ha chiuso con 0 minuti di impiego. Al di là del campo, però, il punto a sfavore maggiore è rappresentato dal fatto che troppo spesso negli ultimi tre mesi è stato evidente lo scollamento fra Martone e la società.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui