Calcio C, Imolese: dopo tre mesi la porta resta inviolata

Tre mesi. Tanti ne erano passati dall’ultima volta che aveva visto l’Imolese chiudere con la porta inviolata al Galli, visto che il 4 settembre i rossoblù erano riusciti a tenere a bocca asciutta l’Alessandria portando a casa i tre punti grazie alla rete di Stijepovic su rigore. Il primo punto della gestione Deni è stato anche il primo punto della carriera da allenatore fra i professionisti di Anastasi che ha cercato, a gara in corso, qualcosa di diverso rispetto al passato nei cambi a livello offensivo, visto che i primi ad entrare dalla panchina sono stati Rocchi e Selleri: il primo, aveva giocato finora solo pochi spiccioli di gara mentre il secondo ha festeggiato l’esordio in C. La sostanza, però, non è cambiata e l’attacco è tornato a fare scena muta facendo un passo indietro rispetto a quanto si era visto a Rimini, dove l’Imolese era riuscita ad essere pericolosa con buona continuità in avanti. Un passo indietro in avanti, un passo avanti… dietro: la prima volta senza Zagnoni (squalificato) non ha infatti inciso sulla prestazione di Serpe e De Vito che sono riusciti senza problemi a ridurre ai minimi termini un attacco della Vis Pesaro che ha confermato tutte le difficoltà attuali. La Vis ha già provato a cambiare faccia inserendo Valdifiori e Pucciarelli (due nomi pesanti che però si devono ancora mettere in moto fisicamente) passando da quel mercato che vedrà anche l’Imolese impegnata, come più volte sottolineato dal patron Deni nelle scorse settimane.
Quello di Macario (centrocampista classe 2003 lo scorso anno al Gravina, in panchina contro la Vis Pesaro) deve essere considerato un semplice “antipasto” rispetto a quanto serve a questa Imolese, senza dimenticare il vincolo rappresentato dalla lista di massimo 24 giocatori (più un ulteriore giocatore professionista nato dopo l’1 gennaio 2003, fuori dal conto i “giovani di serie” che sottoscrivono il primo contratto da professionista a campionato in corso) che vincola ogni società.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui