«Rimpianto per il mancato esordio in A? No, prendo sempre la parte migliore di quello che è stato: è stata una bella esperienza, il mio obiettivo è tornare a quel livello lavorando e partendo dall’Imolese». Le parole con le quali Alessandro Lombardi chiude la prima uscita da giocatore rossoblù sono quelle di chi ha idee chiare sul proprio futuro nel calcio dei “grandi”, quello assaggiato con i due mesi di allenamento con il Cagliari fra giugno e luglio senza però poter festeggiare la gioia del debutto in A toccata a Ladinetti, Marigosu, Gagliano e Carboni. Per cominciare la scalata, niente meglio di Imola e l’Imolese: «Ho parlato con il direttore, il presidente e l’allenatore – dichiara il centrocampista classe 2000 nato a Rivoli – e mi sono convinto che l’Imolese era la scelta giusta per la mia prima esperienza nel calcio professionistico. Ci sono tutti gli ingredienti per fare bene, si può lavorare alla grande: il primo impatto è stato molto positivo ed ho toccato con mano la qualità delle strutture e dell’ambiente come me lo aveva descritto Ingrosso, che è stato mio compagno a Cagliari».

Ingrosso compagno a Cagliari, dove Lombardi è arrivato a gennaio 2018 dalla Juventus giocando due anni e mezzo con la Primavera prima di assaggiare la prima squadra con Zenga: «Negli ultimi mesi a Cagliari mi sono allenato con giocatori di serie A Nainggolan, Rog e Cigarini, giocatori dai quali si impara anche solo guardandoli ed ai quali ho cercato di rubare tutto partendo dalla professionalità con cui lavorano dentro e fuori dal campo ed è da quella che si parte. Sono una mezzala propensa all’attacco, a Cagliari ho imparato molto a fare la fase difensiva, migliorando la condizione fisica cercherò di fare entrambe le fasi. Devo certamente mettere massa muscolare, questo è un aspetto che il direttore Zocchi mi ha subito sottolineato».

Ingrosso non è l’unico volto noto per Lombardi in squadra, visto che l’altro è quel Morachioli compagno alla Juventus ed ora coinquilino a Castelbolognese: Morachioli che ha segnato il gol che ha deciso l’amichevole a Carpineti contro la Reggiana, match nel quale Lombardi ha giocato nel secondo tempo: «Al di là della vittoria che fa sempre piacere, è stato molto bello tornare a giocare in partita: nei primi 15 minuti mi sono trovato bene, anche se in generale devo ancora trovare la condizione migliore».

DOPO IL CESENA, IL MANTOVA

Ripresa degli allenamenti con i prossimi due giorni che serviranno a Cevoli per valutare, in vista dell’amichevole di giovedì a Martorano con il Cesena, il recupero degli assenti sabato scorso a Carpineti contro la Reggiana. Saranno ancora out Rossi (problema muscolare alla schiena) e Sall mentre dovrebbero recuperare Carini e Siano in un’Imolese che sarà priva di Padovan e Checchi per scelta. Attaccante e difensore sono sul mercato e la società non vuole rischiare infortuni come quello che a gennaio contro l’Arzignano fece saltare la cessione di Padovan al Cesena.

Fissata una nuova amichevole: domenica si giocherà Imolese-Mantova in sede da definire.

Argomenti:

cagliari

Lombardi

serie c

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *