Calcio C, Imolese ancora in attesa del primo gol su azione

Con la Lucchese erano finite nella categoria “distrazioni”, con il Siena sono finite nella categoria “ingenuità”. Nella speranza che a Sassari non arrivi la terza versione di quelli che sono errori da matita blu, la seconda sconfitta consecutiva ha lasciato in eredità all’Imolese una sensazione di impotenza davanti ad un avversario di caratura diversa da quella dei rossoblù. Un avversario che ha fatto la faccia cattiva da subito portandosi in vantaggio contro un’Imolese che, infarcita di novità fra acciacchi e scelte di Antonioli, non è mai riuscita a contrastare un Siena che ha archiviato la pratica a fine primo tempo concedendosi poi una ripresa buona solo per allungare il brodo fino al triplice fischio di Baratta.
I 7 gol subiti fra Lucchese e Siena (Imolese per ora peggior difesa del girone) sono lì ad inchiodare un’Imolese che contro i bianconeri è stata davvero troppo brutta per essere quella vera, “leggerina” finchè si vuole ma capace comunque di perdere dignitosamente a Lucca e di battere un’Alessandria che, per ora, si sta confermando in grande difficoltà. La cosa migliore di questo avvio di stagione è nei 3 punti che sono in classifica e che sono arrivati grazie ad uno dei 2 gol di Stijepovic, unico giocatore per ora a segno di una squadra che finora non ha mai segnato su azione. L’avvicinamento alla trasferta di Sassari non è quindi stato certo positivo per un’Imolese che contro il Siena è stata di una fragilità e di una leggerezza insostenibili: capire se era il Siena troppo forte o l’Imolese troppo debole sarà una domanda che ci si porterà dietro fino a domenica, quando a Sassari contro la Torres i rossoblù di Antonioli giocheranno una gara dalla quale dovranno arrivare segnali diversi da quelli mostrati da Rossi e compagni nella “suonata” rimediata mercoledì al Galli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui