I rossoblù hanno ancora voglia di stupire. Con l’affermazione di Fano ancora nella mente, il campionato di C manda in rampa di lancio il secondo turno infrasettimanale, valido per la sesta giornata del torneo, che mercoledì sera alle 20.45 porterà allo stadio Gavagnin-Nocini di Verona (match a porte chiuse) la quotata Sambenedettese. Il cammino degli uomini del tecnico uruguaiano Paolo Montero, ex pluridecorato difensore della Juventus, registra un passo a fotocopia con i romagnoli: 10 punti frutto di 3 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta al debutto contro il Carpi. Sette reti realizzate e quattro quelle subite da una rosa che annovera nel reparto offensivo i nomi blasonati della stella argentina Maxi Lopez, dell’ex Ravenna Nocciolini e del neo acquisto sudamericano Ruben Botta con trascorsi in serie A tra Inter e Chievo. I recenti confronti diretti contro i rossoblù adriatici registrano il
pareggio maturato al Galli nell’unica sfida targata 2019/2020 (1-1, Vuthaj nei minuti di recupero) e un bilancio a singhiozzo nell’annata precedente (0-0 al Galli, sconfitta per 2-1 al Riviera delle Palme). Il tour de force imposto dal calendario ha portato al lavoro continuo, sempre in versione mattutina, sui campi del centro tecnico Bacchilega. Roberto Cevoli ha insistito soprattutto sulla parte dedicata al recupero fisico dei propri giocatori tra i quali spiccano le indisponibilità di Lombardi, però sulla via dell’imminente recupero, e Provenzano. Partita da ex per Francesco Stanco.
Così il tecnico rossoblù Cevoli: “Partita difficile contro una formazione costruita per stare nelle posizioni alte della classifica che sta facendo bene. Una rosa di qualità nella quale ci sono giocatori dai grandi nomi e dalle carriere importanti. Arrivano da due affermazioni consecutive, quindi, dal punto di vista del morale saranno carichi. Noi dovremo interpretare con grande intelligenza il match per contrapporci nel migliore dei modi. Questa serie di incontri ravvicinati, per giunta con l’aggravante dei viaggi a Verona per raggiungere il nostro campo di casa, non facilita il compito. Le assenze di Lombardi e Provenzano? Avremo meno opzioni sulla linea mediana ma, fino ad oggi, chi è stato chiamato in causa ha portato entusiasmo ed il proprio contributo. In questi due giorni abbiamo lavorato meno sulla parte tattica curando soprattutto il recupero fisico dei ragazzi”.

Argomenti:

Calcio serie C

IMOLESE

sambenedettese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *