Calcio C, il Cesena ufficializza il ritorno di Scalabrelli. Lewis: “Non c’era alchimia tra lo staff tecnico e Flavoni”

Era nell’aria da qualche giorno e il Cesena ha ufficializzato il ritorno di Cristiano Scalabrelli, con l’ex numero uno bianconero che prende il posto di Fulvio Flavoni come preparatore dei portieri. Una scelta destinata a fare discutere, visto il triste epilogo dell’avventura in Romagna di Scalabrelli come giocatore, con la retrocessione dalla B alla C1 del 2000 che resta una ferita aperta nella piazza dopo tanti anni. Il presidente Robert Lewis ha spiegato la (spiazzante) decisione della società: “Non c’era alchimia tra Flavoni e il resto dello staff tecnico di Toscano. Con Scalabrelli avremo più esperienza e il giusto amalgama all’interno”.

Questo il comunicato della società: “Il Cesena FC comunica di aver sollevato Fulvio Flavoni dall’incarico di preparatore dei portieri della prima squadra, che a partire da oggi viene affidato a Cristiano Scalabrelli. Nato a Manciano (Grosseto) il 28 novembre 1970, Scalabrelli ha firmato un accordo con il club fino al 30 giugno 2023 e torna così in bianconero dopo aver difeso la porta del Cavalluccio per 114 partite tra il 1997 e il 2000. Terminata nel 2009 la carriera tra i pali, Scalabrelli ha ricoperto l’incarico di preparatore dei portieri prima alla Giacomense e successivamente, per nove stagioni, alla Spal”.

L’intervista completa a Robert Lewis nel Corriere Romagna di martedì 6 dicembre

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui