Calcio C, il Cesena ripartirà da tre gare al Manuzzi

Si slitta. «Rispetto della salute e regolarità del campionato, stesse condizioni per tutti i club. Praticamente abbiamo fatto una “bolla” di 15 giorni per diminuire i livelli di contagio, impedito spostamenti e assembramenti», ha sentenziato il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, al termine del Consiglio direttivo. Una settimana dopo aver rinviato la 2ª giornata di ritorno, ieri è stato deciso di spostare in avanti pure la 3ª, quella che prevedeva il derby Imolese-Cesena, che si giocherà per mercoledì 23 febbraio alle ore 21.

Bentornato Lewis

Non slitta, invece, il ritorno in Italia di Robert Lewis. L’avvocato newyorchese, co-presidente del Cesena da una ventina di giorni, è atteso oggi in Romagna dopo le vacanze natalizie trascorse negli Stati Uniti. Lewis, che ha una casa anche a Pesaro, città di origine della moglie Paola Sarti, ha deciso che trascorrerà in Italia buona parte dei prossimi mesi per seguire da vicino il club. John Aiello, l’altro co-presidente, farà invece base negli Usa, tra Madison, cittadina del New Jersey in cui vive, e la vicina New York, luogo in cui lavora. I due saranno in contatto quotidiano. Lewis ha preferito non rimandare il ritorno nonostante i rinvii in quanto gennaio è il mese del mercato e ai nuovi soci di maggioranza piacerebbe che il Cesena fosse protagonista anche nelle operazioni di compravendita.

Nove gare in 37 giorni

Mercato che sarà fondamentale. Dal 22 gennaio si giocheranno 9 partite nel giro di 37 giorni e in questo periodo la profondità della rosa farà la differenza. In attesa di capire cosa accadrà sul mercato, è singolare vedere il calendario che attende il Cesena in questo 2022 dopo gli slittamenti e i riposizionamenti delle due giornate rinviate. Il Cesena giocherà le prime tre partite dell’anno all’Orogel Stadium-Dino Manuzzi, cioè in quello che, con il ritorno dei tifosi in curva Mare, è tornato ad essere un fortino. Il Cesena riaprirà le porte del suo teatro sabato 22 gennaio per affrontare la Viterbese alle ore 14.30 (23ª giornata), tornerà sul palcoscenico amico domenica 30, sempre alle ore 14.30, per la sfida con l’Olbia (24ª giornata) e “calerà” il tris mercoledì 2 febbraio alle ore 21 per il recupero della 21ª giornata con la Lucchese. Quindi si giocherà in modo “normale”: lunedì 7 febbraio alle ore 21 il big-match di Modena valido per la 25ª giornata, domenica 13 febbraio alle ore 17.30 Cesena-Grosseto per la 26ª giornata, mercoledì 16 febbraio alle ore 21 la trasferta in casa dell’Ancona Matelica (27ª giornata) e domenica 20 febbraio alle ore 17.30 la partita interna con la Vis Pesaro (28ª giornata). Il mese di febbraio si chiuderà con due trasferte: mercoledì 23 alle ore 21 in casa dell’Imolese (recupero 22ª giornata), domenica 27 alle ore 14.30 il match di Pontedera della 29ª giornata. Un tour de force.

Summit di mercatoFabbri e Guccionei nomi più caldi

Con l’arrivo del co-presidente Robert Lewis, nelle prossime ore ci sarà un summit di mercato: per il ruolo di terzino sinistro si punta forte su Alessandro Fabbri del Sudtirol. Gli altoatesini vorrebbero prolungargli il contratto in scadenza a giugno ma il 31enne nato a Cesena e residente a Rimini è attratto dal ritorno in Romagna. Quanto alla punta, oltre a Filippo Pittarello della Virtus Verona, si seguono il 27enne Michael De Marchi del Pescara, su cui si è mosso con forza l’Albinoleffe, e Simone Simeri, in uscita dal Bari al pari di Manuel Marras, che è l’alternativa a Filippo Guccione per ricoprire la casella del trequartista. Per Guccione va convinto il Mantova con un’offerta adeguata. Nel frattempo dopo Milan e Sassuolo, anche l’Atalanta ha messo nel mirino Tommaso Berti, che il Cesena non intende muovere a gennaio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui