Calcio C, il Cesena acquista l’Ostello di Gambettola: nasce la Casa del Cavalluccio

Investire sulle strutture e investire sui giovani. In attesa di poter, un giorno, avere un centro sportivo di proprietà, gli azionisti di maggioranza del Cesena Fc, Robert Lewis e John Aiello, hanno deciso di mettere in chiaro quello che è il loro progetto sul Cavalluccio: investire a 360 gradi per far crescere il club e portarlo il più in alto possibile nel minor tempo possibile. Detto che il compito di salire la scala gerarchica dell’italico pallone spetterà alla prima squadra (il tecnico Toscano è uno che la Serie C l’ha già vinta tre volte mentre l’attivismo dell’area tecnica, che ha praticamente definito i primi tre ingaggi, testimonia la volontà di muoversi in fretta per portare a casa quelle che sono considerate le prime scelte), il settore giovanile sarà ancora e sempre il motore e il cuore del Cesena Fc. Come lo fu fino al 2018 per l’Ac Cesena.

La Casa del Cavalluccio

E allora, ecco arrivare un importante investimento tutto dedicato al settore giovanile. Non riuscendo ad “entrare” all’interno di Campus Cesena Sport ma volendo ad ogni costo avere un luogo sicuro per i propri giovani calciatori che arrivano da fuori, Lewis e Aiello hanno deciso di acquistare uno stabile all’interno del quale creare una foresteria. La scelta è caduta sull’ex Ostello di Gambettola, situato a pochi passi dalla stazione ferroviaria, in modo tale che in pochi minuti di treno i ragazzi possano arrivare a Cesena. Da agosto, l’ex ostello diventerà la Casa del Cavalluccio. Un investimento immobiliare da oltre un milione di euro (fatto come Jrl, con l’edificio che entrerà all’interno di Cesena Fc quando i due avvocati statunitensi saranno plenipotenziari del club), che potrebbe col tempo generare un plusvalore notevole. L’edificio che Lewis e Aiello hanno appena acquistato ha una superficie di 700 metri quadrati tra aree coperte, ampio terrazzo, giardino e posti auto e verrà organizzato in modo tale da poter ospitare fino a 18 ragazzi (nell’ostello, rimasto aperto dal 2008 al 2013, c’erano 25 posti letto). A gestire la struttura, che comprende una spaziosa cucina, sarà un custode-tutor scolastico. Il primo comandamento che Aiello e Lewis daranno ai giocatori che entreranno nella Casa del Cavalluccio è che dovranno continuare gli studi. Un’area dell’edificio sarà quindi dedicata al sapere, con una grande stanza in cui i ragazzi studieranno in vista delle lezioni scolastiche.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui