Calcio C, gli ultras del Cesena? Erano a tifare Sporting Alghero nel derby di 2ª Categoria VIDEO

Nella curva ospiti del Vanni Sanna dopo i fattacci di Ponte Pietra ci sono solo 10 tifosi del Cesena con tre striscioni. Sono tifosi che non vivono nella provincia di Forlì-Cesena: arrivano da Novara, Lugo, Faenza e Castiglione. Ma tra Alghero (aeroporto deputato) e lo stadio di Sassari di tifosi bianconeri ce ne sono oltre 100. Sono volati dal Marconi di Bologna e dall’aeroporto di Linate nonostante il divieto. Il biglietto aereo era già acquistato da tempo: perché rinunciare alla gita?

Gli ultras contano una larga rappresentanza Wsb e qualche Sconvolts. Il gruppo “Insieme per il Cesena” ha poco meno di 20 elementi e alle 6.30 di domenica è già in pasticceria a pregustare la partenza nella speranza (vana per i cesenati di residenza) di poter strappare un ingresso allo stadio di Sassari “da clandestini”. Non ci riusciranno.

In aereo i sassaresi di ritorno sull’Isola chiedono tutti la stessa cosa e poi ascoltano tutti lo stesso racconto: «Siamo tifosi del Cesena. Ma per colpa di quello che è successo prima del derby col Rimini oggi allo stadio non possiamo entrare». La giornata è climaticamente invitante. Così la frangia ultras, appena sbarcata, chiarisce subito alla polizia che nessuno di loro andrà a Sassari. Hanno un bus a disposizione e una mini scorta al seguito. La pausa pranzo la passano in spiaggia.

Intanto una ventina di tifosi raggiunge in hotel la squadra. Saluta lo staff e si fanno scattare una foto con Toscano. Niente scaramanzia per carità… Ma è un rito che sull’isola si era già consumato. Prima dello 0-1 di Olbia…

Poi tutti a tavola a 500 metri dallo stadio. Gli spaghetti alla carbonara di mare vanno a ruba e in sala ci sono anche gli atleti del Tutta Vista, che gioca in 1ª Categoria. Il gemellaggio canoro di sostegno reciproco accompagna una porzione di pasta sovrabbondante.

Gli ultras a tifare Sporting Alghero

E gli ultras? Dopo la spiaggia hanno deciso: è ora di calcio. Lì vicino gioca lo Sporting Alghero in un sentito derby di 2ª Categoria contro la Polisportiva Santa Teresa di Gallura. E mentre Adamo deposita in rete il gol che garantisce la vittoria del Cesena, il gruppo più nutrito di supporter bianconeri in trasferta esulta tra una birra e un coro per il rigore che garantisce ai padroni di casa (ultimissimi in classifica) il 3° punto stagionale. Le Wsb riceveranno in dono a fine gara dal capitano dello Sporting Alghero la fascia usata durante il match e in una nota sui social la società ha ringraziato i tifosi del Cesena.

A Sassari, gli altri cesenati non sono potuti entrare allo stadio. Ma dietro alla curva ospiti c’è una cancellata a maglie larghe che, da lontano, lascia intravedere quasi tutto il campo. Affacciati da lì, loro il gol di Adamo lo hanno visto bene. Prima di esporre gli striscioni “Kick Off e “Sant’Egidio” e di riprendere la strada del ritorno vittorioso in Romagna. La tratta ora è Alghero-Roma- Bologna. Ma prima di partire, in aeroporto ad Alghero, c’è un incontro con la squadra, pronta ad imbarcarsi per Forlì. E assieme ai giocatori scatta il più festoso dei cori alternati “lollo… lo… lollololo…lo”. Che lascia senza parole chi transita tra i Gate 1 e 4.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui