In tempo di crisi è piuttosto caldo il rapporto epistolare tra il Cesena e le istituzioni. Il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha scritto una lettera di risposta al Presidente del Cesena Corrado Patrignani che lo ha sollecitato sull’applicazione del protocollo Covid-19 da parte delle ASL in modo omogeneo per tutte le società e sulla questione legata a Eleven Sports: “Comprendo perfettamente le difficoltà alle quali il club che presiedi deve fare fronte e apprezzo lo spirito di collaborazione con il quale approcci ad una delle stagioni sportive più dure e complesse di sempre. La pandemia ci sta mettendo di fronte ad uno scenario nuovo e da parte nostra, in coordinamento con FIGC, stiamo lavorando duramente per alleviare quanto più possibile i disagi che tutte le squadre stanno affrontando. La situazione che descrivi mi è ben nota. Il tema è emerso anche nel lungo incontro che abbiamo avuto con i medici sociali, durante il quale abbiamo condiviso esperienze e situazioni che si verificano nei diversi contesti locali nei quali giochiamo. Ci stiamo facendo portatori di un messaggio al Ministro Speranza per coordinare l’intervento delle ASL con lo scopo di armonizzarlo con il rispetto del protocollo. Anche io credo sia un punto fondamentale anche per consentire quella omogeneità di approccio che sollevi. Un’altra richiesta che abbiamo avanzato è l’introduzione dei test rapidi. Conosco i sacrifici economici e gestionali che state facendo e ricorrere a questa possibilità sarebbe di grande aiuto. Di fronte alla salute tutto passa in secondo piano, colgo dalla tua lettera questa sensibilità che è anche la mia. Allo stesso tempo, sono consapevole delle difficoltà e lavoriamo per cercare di alleviare i pesanti costi di messa in sicurezza dei protocolli sanitari, di cui vi state facendo carico. A tal fine abbiamo chiesto al  governo misure che vadano ad  alleggerire il carico, come il credito d’imposta.

Vengo al secondo tema della tua lettera, Eleven Sports. Il lavoro che sta impegnando tutti gli uffici di Lega Pro è molto pesante da diverse settimane. La situazione è complessa, e sulla vicenda è coinvolta anche la Polizia Postale che sta facendo le relative indagini. Stiamo valutando tutte le soluzioni percorribili, va da sé che la soluzione della distribuzione in chiaro delle partite non può che essere temporanea. Come tu giustamente osservi, i club di Serie C, i nostri sponsor e i tifosi sono stati fortemente penalizzati da questa vicenda, soprattutto in questo momento in cui lo streaming è l’unico modo per vedere le partite. Il servizio ad oggi  reso non è stato adeguato, io stesso ho richiesto ad Eleven il risarcimento dei danni nell’interesse delle 60 squadre che rappresento, così come un risarcimento a beneficio dei nostri tifosi”.

Argomenti:

cesena calcio

covid

Ghirelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *