Calcio C, Filippo Ghinassi “anticipa” Imolese-Ravenna

Filippo Ghinassi è un doppio ex di Imolese e Ravenna e anticipa il derby di domani sera: «Le due squadre avranno un carico mentale importante e questa sarà la vera chiave di lettura della sfida di domani sera. La gestione delle emozioni farà la differenza: chi avrà la capacità di esprimere il proprio potenziale anche in un contesto di forte pressione vincerà la gara».

Un vantaggio per l’Imolese il fatto di non aver giocato in settimana?

«Sicuramente l’Imolese arriva meglio in quanto il Ravenna ha speso energie fisiche e soprattutto mentali per preparare una gara sentita come il derby con il Cesena. Queste ultime, ancora più delle energie fisiche sono determinanti in partite come quella di domenica dove i punti saranno pesantissimi».

Ravenna su cosa deve puntare per provare ad evitare ultimo posto?

«Deve vincere i propri timori. Ho visto i giallorossi nel derby con il Cesena, dove hanno giocato una buona gara per 88’ per poi dilapidare tutto negli ultimi 5’. Quando il Cesena ha accorciato le distanze sono venuti fuori i comprensibili timori di chi rischia la retrocessione diretta: se il Ravenna vincerà queste paure potrà farcela».

Imolese-Ravenna: si aspettava che avessero così tanti problemi in questa stagione?

«Il girone B è molto competitivo: ci sono diverse squadre molto attrezzate e con budget importanti. Uscire dalla mischia della lotta salvezza ogni anno non è semplice. Probabilmente anche gli stessi protagonisti avrebbero voluto soffrire meno, ma il livello medio è alto: in ogni caso Imolese e Ravenna devono crederci perché entrambe possono farcela. La salvezza del Fano della scorsa stagione è l’emblema di quello che intendo: i marchigiani apparivano in difficoltà, invece sono riusciti ad evitare l’ultima piazza e, successivamente, giocando un grande play-out si sono salvati».

Con questa struttura dei campionati non è mai detta l’ultima parola. Il pareggio a questo punto non servirebbe a nessuno oppure solo all’Imolese?

«La vittoria sicuramente darebbe ossigeno alla classifica e positività ai rispettivi ambienti, mentre il pareggio rimanderebbe i verdetti per entrambi. È chiaro che la posizione di classifica del Ravenna è più delicata: in quest’ottica un pareggio ad Imola non sarebbe una sentenza definitiva, ma renderebbe necessaria la vittoria esterna dei giallorossi nello scontro diretto che si giocherà ad Arezzo alla penultima giornata».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui