Calcio C, c’è Cesena-Reggiana e Viali perde anche Brambilla e forse Caturano

E’ stato un sabato decisamente favorevole al Cesena. Dopo il ko di martedì a Pescara, e anche alla luce del calendario delle dirette rivali, le probabilità che il Cesena fosse ancora terzo al momento del fischio di inizio del posticipo con la Reggiana (domani ore 21 all’Orogel Stadium) erano pochissime. Invece né Pescara né Entella ieri hanno segnato, quindi non hanno superato in classifica il Cesena. Anzi, perdendo a Grosseto (gol di Nocciolini), l’Entella è rimasta a -2 dai bianconeri. Ha invece momentaneamente dimezzato il ritardo il Pescara, che ha pareggiato il derby di Teramo.
Peccato che in casa Cesena si debba fare i conti con le assenze. Tra i convocati rientreranno Missiroli e Zecca, reduci da infortunio e disponibili solo per la panchina, mentre non ci saranno un titolarissimo come Candela (convocato da Nicolato in nazionale Under 21), un giovane in grande crescita come Brambilla che domani sera avrebbe giocato di sicuro titolare ma che è stato messo ko dalla tonsillite (così come Lepri) e forse non ci sarà neppure capitan Caturano, vittima di una lieve distorsione sabato in allenamento. Scelte di fatto obbligate in difesa e a centrocampo (confermato Steffè, dentro Berti e fuori uno tra Ardizzone e Ilari), più abbondanza in attacco (Frieser, Pittarello o Tonin al posto di Caturano). Il tecnico Viali in conferenza stampa non si è comunque fasciato la testa: “Non ho tante soluzioni, ma non ho neppure troppi dubbi: ci sono un paio di ballottaggi da risolvere. I risultati di sabato sono stati positivi per la nostra classifica, ma comunque fossero andate le gare di ieri, noi fino alla fine giocheremo sempre al massimo per poter determinare la nostra posizione di classifica. Ogni partita è importante per mettere un mattoncino nella costruzione della classifica finale e contro la Reggiana lo sarà forse di più, perché affrontiamo una squadra che sta facendo un campionato a parte insieme al Modena. Noi non possiamo preoccuparci delle motivazioni degli altri ma forse sì, giocheremo con un po’ più di leggerezza rispetto alla Reggiana, che invece ha l’obbligo di vincere per non perdere di vista il Modena. La nostra leggerezza non deve farci arrivare sereni ma ci deve dare più coraggio e più personalità rispetto a Pescara”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui