Calcio C, un Cesena orribile viene umiliato dalla Fermana: 2-0 (rivivi il live)

FERMANA-CESENA 2-0

FERMANA (4-3-3): Nardi; De Pascalis (13′ st Gkertsos), Parodi, Pellizzari, De Nuzzo (33′ st Carosso); Scorza, Giandonato, Misuraca (33′ st Graziano); Romeo, Bunino (33′ st Fischnaller), Maggio (22′ st Spedalieri). In panchina: 1 Borghetto, 2 Eleuteri, 7 , 11 Cardinali, 13 Diouane, 14 Vessella, 15 Lorenzoni, 18 Grassi, 19 Onesti, 23 Pinzi, 25 Carosso, 28 Nannelli. Allenatore: Stefano Protti.

CESENA (3-4-1-2): Tozzo; Ciofi (1′ st Celiento), Kontek, Coccolo; Zecca (33′ st S. Shpendi), De Rose (1′ st Saber), Bianchi, Calderoni; Chiarello (21′ st Adamo); Ferrante (1′ st Udoh), Corazza. In panchina: Lewis, Pollini, Lepri, Bumbu, Brambilla, Francesconi. Allenatore: Domenico Toscano.

ARBITRO: Caldera di Como.

RETE: 38′ pt Pellizzari, 47′ pt Scorza

AMMONITO: De Pascalis, Giandonato, Ciofi, Coccolo, Kontek, Gkertsos, Udoh, Fischnaller

NOTE: Spettatori 1.200 circa con 300 tifosi del Cesena in curva ospiti. Angoli 11-2 per il Cesena.

51′ st. Finisce qui. Il Cesena perde 2-0 a Fermo al termine di una prestazione ai limiti del film horror. Toscano dovrà fornire delle spiegazioni. La sua creatura sta deludendo profondamente e anche la sua condotta, a partire dalla scelta di Lewis con bocciatura di Minelli alla prima giornata che ha provocato un crollo emotivo nello spogliatoio, sta lasciando molto a desiderare

50′ st. L’incrocio dei pali su punizione di Adamo deviata da Fischnaller e poi il miracolo di Nardi su Calderoni negano il gol della bandiera al Cesena

49′ st. Spunto di Stiven Shpendi, che poi scivola in area. Palla che esce dall’area e fallo di Parodi su Adamo

48′ st. Ennesima figuraccia di Kontek in partita: Romeo lo ridicolizza con un sombrero. Sembra quasi che il difensore ex Ternana non abbia mai giocato a calcio prima di oggi.

45′ st. Sei minuti di recupero mentre Coccolo sventa il contropiede del possibile 3-0

44′ st. La prima palla gol per il Cesena arriva all’89’, ma Stiven Shpendi da due metri manca incredibilmente la porta sul cross di Calderoni

40′ st. L’estate aveva illuso, l’arrivo dell’autunno ha fatto emergere tutti i limiti tecnici e tattici del Cesena. Squadra che, a parte Saber e Chiarello, non ha giocatori tecnici ed è completamente privo di esterni in grado di creare la superiorità numerica

38′ st. Udoh conquista il decimo corner, ma Calderoni calcia in modo indecente anche questo.

37′ st. Otto minuti alla fine. Zero tiri nello specchio per il Cesena: impossibile anche solo sperare di non perdere.

34′ st. Udoh liberato sul centro-destra dell’area sbaglia l’assistenza al centro. Ora il Cesena con uno scollatissimo 4-2-4

33′ st. Ultimi cambi nella Fermana: Carosso, Graziano e Fischnaller per De Nuzzo, Misuraca e Bunino. Dentro anche Stiven Shpendi per Zecca

30′ st. Zecca pescato in fuorigioco mentre Misuraca è a terra con i crampi.

28′ st. Saber conquista il fondo, poi centra per Corazza anticipato

26′ st. Nono calcio d’angolo per il Cesena: Calderoni anche questa volta trova una testa gialloblù. E sul prosieguo Udoh commette fallo su Nardi. Ammonito Udoh, ma rivedendolo non era neppure fallo: Udoh calcia il pallone che colpisce al volto Nardi in uscita.

25′ st. Ammonito Gkertsos per fallo su Calderoni

22′ st. Fermana con il 5-3-2 con Spedalieri per Maggio. Spedalieri mette subito in corner: settimo per il Cesena. Altra respinta in angolo. Ottavo tiro dalla bandierina. Incredibile: otto angoli e nessuna palla colpita da un cesenate

21′ st. Quattro corner in due minuti, ma sempre 2-0 Fermana. Ora Adamo per Chiarello

19′ st. Terzo corner per i bianconeri. Arriva anche il quarto. Primo tiro del Cesena: lo effettua Bianchi, un difensore devia in corner. E’ il sesto. Fallo in attacco

18′ st. Prima combinazione interessante del Cesena, ma Corazza sbaglia il passaggio finale per Chiarello. Cesena che finora, va ricordato, non ha ancora tirato.

16′ st. Gran palla di Saber per Zecca, che ottiene il massimo: un corner. Batte Chiarello, respinge la difesa di casa

15′ st. Sono tanti gli impresentabili in casa Cesena: ora Calderoni si fa rubare palla da Romeo e commette fallo in attacco

14′ st. Fermana a un passo dal tris ma Bunino, dopo essersi bevuto un impresentabile Kontek, non calibra bene l’assist per l’isolato Romeo.

13′ st. Nella Fermana dentro Gkertsos e fuori De Pascalis

11′ st. Cesena meno frenetico del primo tempo grazie a Saber: il problema è che non c’è movimento e il Cesena non produce nulla. Servirebbe qualità sugli esterni, ma il Cesena sugli esterni ha Zecca e Calderoni…

9′ st. Dopo tre minuti di gioco fermo, calcia Giandonato: Tozzo incerto non trattiene e poi subisce fallo da Misuraca

6′ st. Kontek sbaglia un facile anticipo e poi abbatte Maggio: ammonito. Punizione ai 25 metri per la Fermana

5′ st. Saber, Udoh e Corazza provano a dialogare. Poi quando la palla arriva a Zecca o a Bianchi finisce agli avversari

3′ st. Primo corner per il Cesena. Lo va a battere Calderoni, Zecca pasticcia a centro area

2′ st. Udoh fa un’azione: mai visto prima da un giocatore del Cesena in questa partita. Peccato che l’assist per Corazza sia lungo. Nardi sventa

1′ st. Tre cambi per il Cesena: dentro Celiento, Saber e Udoh, fuori Ciofi, De Rose e Ferrante. Toscano ha riportato la sua squadra in campo con 5 minuti di anticipo

48′ pt. Finisce qui il primo tempo. Il peggior Cesena dal 2019 a oggi è sotto 2-0 in casa della Fermana. Prestazione inqualificabile. Da Toscano all’ultimo dei giocatori devono farsi tutti un esame di coscienza. Un primo tempo così umiliante non si può accettare.

47′ pt. RADDOPPIO FERMANA. Due tiri, due gol. Ora segna Scorza dopo un contropiede ben organizzato, ma il Cesena gioca a porta vuota (piegate le mani a Tozzo) ma soprattuto il Cesena non si è presentato a Fermo.

44′ pt. Cesena sempre in ritardo e Chiarello ora commette fallo su Scorza ai 30 metri. Giandonato cerca Romeo, su cui Ferrante interviene con una robusta spallata. Caldera lascia correre, ma Ferrante ha rischiato di regalare un rigore alla Fermana

42′ pt. Tentativo in rovesciata di Corazza: palombella che arriva tra le braccia di Nardi dopo mezz’ora

40′ pt. Cesena in tilt. Ammonito Coccolo.

38′ pt. FERMANA IN VANTAGGIO. Ha segnato Pellizzari. Punizione laterale di Giandonato che buca la barriera a due e arriva a Pellizzari, che da 50 centimetri batte Tozzo sul primo palo. Risultato giusto. Il Cesena è il nulla. Per Pellizzari, perso da un Kontek impresentabile, è il secondo gol da ex contro il Cesena, contro cui segnò anche con la maglia del Legnago

37′ pt. Fallo (dubbio) fischiato a Zecca su Maggio: angolo corto per la Fermana.

34′ pt. Ammonito Ciofi per fallo a 70 metri dalla porta di Tozzo

32′ pt. Tozzo salva il Cesena su Bunino. Incredibile buco di Kontek, che si fa scappare Bunino a 50 metri dalla porta. Tozzo esce fuori area, obbligando Bunino ad allargarsi, poi Ciofi riesce a rallentare Bunino che, al momento del tiro, viene rimontato da Tozzo, che gli strappa il pallone dai piedi.

30′ pt. Gioco fermo perché l’arbitro Caldera ha perso i cartellini dalle tasche. Il livello della partita è questo….

28′ pt. Ammonito Giandonato per fallo su Chiarello ai 30 metri. Punizione lunghissima per la testa di Zecca, che anziché cercare l’assist prova a girare in porta da posizione impossibile. Da dimenticare

27′ pt. Ferrante vince un rimpallo all’ingresso dell’area ma poi incespica sul pallone.

25′ pt. Il nulla, fin qui, per il Cesena. Non una giocata di qualità, non un dribbling, non uno spunto.

23′ pt. Cesena malissimo in questo primo quarto di gara, mentre la Carrarese sta vincendo 2-0 dopo 21 minuti contro l’Entella e va in fuga

22′ pt. Il fatto più significativo finora per il Cesena è lo striscione “Vicini al popolo marchigiano” che campeggia nella curva dei tifosi bianconeri

20′ pt. Il Cesena manovra molto male e forza sempre la giocata con lanci per le punte. La Fermana chiude bene e riparte e ora va al tiro con De Pascalis: palla fuori

18′ pt. Terzo fallo di Bianchi in questo inizio e punizione dalla linea laterale per la Fermana: tutti in area bianconera. Lunghissimo il cross di Giandonato

16′ pt. Troppe forzature per i bianconeri contro una squadra che dietro sta comportandosi come fatto dalla Torres, con i terzini bloccati a non concedere campo. Zecca e Calderoni sono quindi completamente fuori partita.

15′ pt. Non un grande inizio per il Cesena, che soffre i frizzanti e guizzanti marchigiani e non riesce a mettere in difficoltà la difesa di casa per la poca qualità che ha in squadra

12′ pt. Altro calcio d’angolo conquistato da Maggio. Cross di De Nuzzo respinto, poi Tozzo pasticcia su un contro-cross di Scorza ma evita di regalare un calcio d’angolo

10′ pt. Invasione di campo di un… aquilone che era presente in curva ospiti

7′ pt. Fallo di Giandonato su Chiarello ai 25 metri. Punizione in zona laterale per il Cesena. Poco qualitativa la punizione di Calderoni: la difesa respinge

5′ pt. In questo inizio Maggio sta mettendo in croce Ciofi, mai aiutato da Zecca. Ora Maggio conquista un corner. Cross lungo di Giandonato, con Misuraca che oltre il secondo palo cerca il destro al volo ma calcia fuori dallo stadio

4′ pt. Ammonito De Pascalis per un fallo su Chiarello. Subito prima brivido in area Cesena con Calderoni a murare Scorza su assist di Maggio

3′ pt. Cross di De Rose da sinistra, Ferrante non ci arriva di testa

2′ pt. Primo pallone toccato da Tozzo, che agguanta in presa un cross di Scorza da destra

1′ pt. Si parte. Chiarello dà il via al match. Cesena subito aggressivo e De Rose prova il tiro dopo 40 secondi: respinge Misuraca

Squadre in campo. L’ex Giandonato e Bianchi si scambiano i gagliardetti.

Quarta giornata e quarta formazione differente per Toscano, che dovendo rinunciare a Minelli, Prestia, Mercadante, Albertini e Cristian Shpendi si presenta a Fermo con 22 giocatori. Le novità odierne sono il debutto assoluto di Andrea Tozzo in porta e quelli dal primo minuto di Kontek, finora utilizzato solo per un quarto d’ora contro la Carrarese, e Chiarello. In panchina Saber a causa del colpo rimediato mercoledì contro la Torres, mentre in attacco torna la coppia Ferrante-Corazza già vista a Rimini. Regola non scritta, ma confermata anche questa volta: chi segna, va in panchina. Era capitato a Stiven Shpendi e a Corazza, oggi tocca a Udoh. Fermana al gran completo e cinque novità in formazione per Stefano Protti rispetto all’undici schierato mercoledì contro la Recanatese.

Da ricordare che il Cesena nella sua storia non ha mai vinto al Bruno Recchioni, ma che nel mese di giugno proprio in questo stadio il Cesena Under 17 allenato da Masolini e il Cesena Under 15 allenato da Magi hanno vinto gli scudettini di categoria per la Serie C.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui