Calcio C, cessione dell’Imolese: Fiorella Poggi e Lorenzo Spagnoli portano De Sarlo in tribunale

Non ci sono solo le frizioni tra De Sarlo e Deni. Sotto le luci dei riflettori è finito il passaggio dell’Imolese dalla famiglia Poggi-Spagnoli alla famiglia De Sarlo. Una cessione che non si è ancora… conclusa. Giovedì 1° dicembre, infatti, andrà in scena il secondo round in tribunale fra le due “vecchie” proprietà rossoblù. Il primo si è concluso con un’ingiunzione del tribunale alla ADJ13 (la società che controllava le quote dell’Imolese al momento dell’acquisto dell’estate 2021 e fino alla cessione al gruppo capeggiato da Deni) per il pagamento degli affitti degli appartamenti che la famiglia Poggi-Spagnoli aveva lasciato ai giocatori dell’Imolese sotto contratto nella scorsa stagione.

La seconda puntata della prossima settimana è decisamente più “pesante” perché nel mezzo c’è il saldo di quanto non è stato ancora pagato dalla ADJ13 relativamente alla quota di acquisto dell’Imolese secondo quanto stabilito nel contratto di cessione dell’estate 2021: una cifra attorno ai 150mila euro (indicativamente la metà di quanto Fiorella Poggi e Lorenzo Spagnoli da una parte, Antonio De Sarlo dall’altra avevano firmato davanti al notaio). A questi soldi, la famiglia Poggi-Spagnoli chiede anche siano aggiunte le spese legali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui