Calcio C, Cesena: una carovana di 5 ex contro l’Alessandria

Nei libri di storia esistono solo due precedenti in campionato tra Cesena e Alessandria e in entrambi i casi vinse il Cavalluccio: 1-0 nel 1997-1998 con gol-vittoria di Gianni Comandini e 2-1 nel 2000-2001 con ribaltone romagnolo firmato da Taldo e Paradiso. A distanza di 22 anni dall’ultimo precedente, Cesena-Alessandria di domani sarà invece una partita speciale per addirittura cinque giocatori bianconeri.

Nella rosa ci Mimmo Toscano, infatti, c’è una vera e propria fiera dell’ex. Ben quattro calciatori del Cesena di oggi hanno salutato l’Alessandria la scorsa estate, dopo la bruciante retrocessione in C del club piemontese e il ridimensionamento ordinato dal patron Di Masi. In rigoroso ordine alfabetico, si tratta di Riccardo Chiarello, Luca Coccolo, Simone Corazza e Giuseppe Prestia, che insieme hanno totalizzato 320 presenze con la maglia dei grigi (campionato, play-off e Coppa tutto compreso). A guidare la classifica è proprio il difensore centrale palermitano, oggi ministro della difesa del Cesena e reduce da 4 stagioni al Moccagatta condite con 127 gare e 3 gol. Prestia arrivò ad Alessandria nell’estate 2018, dopo un’esperienza alla Virtus Francavilla, e si ritagliò subito un ruolo da protagonista: 31 gare nel primo anno, 25 nella stagione 2019-2020 interrotta dal Covid e soprattutto 40 l’anno dopo, con la conquista della storica promozione in B, categoria che ad Alessandria mancava da 46 stagioni. Nello scorso campionato cadetto, invece, Prestia ha totalizzato 31 gettoni con la fascia da capitano al braccio e con la gigantesca delusione dell’immediata retrocessione in C. Salto all’indietro che hanno vissuto anche gli altri tre attuali compagni del difensore. Riccardo Chiarello arrivò in Piemonte nel gennaio 2019, acquistato dalla Giana Erminio. In tre stagioni e mezza ha disputato 108 partite e realizzato 15 gol, risultando decisivo nella lunga cavalcata di due anni fa e debuttando in B nell’ultima stagione. È durata due stagioni, invece, l’esperienza di Simone Corazza, che paradossalmente ha segnato il doppio dei gol (12 a 6 in campionato) un anno fa tra i cadetti rispetto alla prima stagione con la maglia dei grigi in C, quando è stato comunque decisivo nell’economia della promozione: in totale il Joker ha vestito la maglia dell’Alessandria in 78 partite, realizzando 20 reti. L’ex più “recente” è invece Luca Coccolo, arrivato ad Alessandria nel gennaio 2022 e in campo solo 7 volte nel girone di ritorno dell’ultima B. Il quinto ex del pomeriggio sarà Nicolò Bianchi, che ad Alessandria ha giocato all’alba della carriera: stagione 2012-2013, campionato di Seconda divisione, l’attuale capitano del Cesena totalizzò 20 presenze prima di salutare il Moccagatta per passare al Monza. Un anno dopo avrebbe incontrato Toscano a Novara e vinto il suo primo campionato di C.

Udoh recuperatoNiente Alessandriaper De Rose

Udoh è rientrato a pieno regime in gruppo e domani sarà a disposizione di Toscano per la sfida contro l’Alessandria. Si prospetta un altro turno di riposo invece per De Rose, che ieri ha ripreso a correre.

Vista la pioggia caduta in abbondanza nella giornata di ieri, oggi la rifinitura si svolgerà a Villa Silvia e non al Manuzzi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui