Calcio C: Cesena-Stefanelli fino al 2024 e c’è Kontek in arrivo

«Sono contento per Stefano, ma anche per il Cesena». Così Fabrizio Castori via sms tre settimane fa, quando il nome di Stefano Stefanelli cominciava a rimbalzare con una certa insistenza in Romagna. L’uomo di Tolentino, che aveva lavorato con Stefanelli a Carpi, qualche giorno fa ha firmato un contratto di un anno più opzione con il Perugia e ripartirà dalla B, mentre l’avvocato di Pergola è diventato ufficialmente da ieri pomeriggio il nuovo direttore sportivo del Cesena. Come anticipato, Stefanelli si legherà al club bianconero per due stagioni, cioè fino al 30 giugno 2024 e non sarà presentato prima dell’ultima settimana di giugno. Ma nel frattempo l’ex direttore sportivo della Pistoiese, il club che lo aveva chiamato l’estate scorsa e che lo ha sollevato dall’incarico a gennaio con l’arrivo della nuova proprietà tedesca, continua a lavorare per la costruzione del nuovo Cavalluccio da affidare a Domenico Toscano, che da lunedì a mercoledì ha trascorso tre giorni proprio a Cesena assieme a Stefanelli, prima di rientrare a casa in Calabria. Per l’ufficializzazione del tecnico, che ha già firmato il contratto premilinare fino al 2024, si dovrà attendere l’inizio di luglio. Lunedì arriveranno a Cesena a firmare i tre collaboratori che affiancheranno Toscano nella nuova avventura: il vice Napoli, il preparatore atletico Nocera (un ritorno) e il match analyst Alessandria.

La difesa è quasi fatta

Il mirino di Stefanelli continua a essere puntato sulla difesa, cioè sul reparto maggiormente “colpito” dal cambio di abito scelto da Toscano. Per Mario Mercadante l’operazione è virtualmente conclusa: respinto l’assalto tentato nelle ultime ore dall’Avellino. L’ex leader del Monopoli, che ha affondato il Cesena nel ritorno dei play-off (autogol procurato nel primo tempo e 2/2 dal dischetto nella ripresa), è pronto a cominciare una nuova avventura al nord, dove non ha mai giocato in carriera, e a firmare un contratto pluriennale (da capire se fino al 2024 o fino al 2025). Mercadante sarà il “braccetto” di sinistra di un reparto che al centro dovrebbe rilanciare un difensore affidabile e di grande impatto fisico che sa come si vince la serie C: Ivan Kontek. Classe 1997, il lungo centrale croato arrivato nell’estate 2020 in Italia, è stato uno dei grandi protagonisti due anni fa della promozione in B della Ternana dei record di Cristiano Lucarelli. Al piano superiore, nell’ultima stagione tra i cadetti, ha totalizzato solo 4 presenze nel girone d’andata, prima di essere messo fuori lista da gennaio anche per colpa di un problema fisico (pubalgia) che ne ha rallentato il recupero. Stando a quanto trapelato ieri da Terni, Kontek prolungherebbe il contratto con il club umbro e si trasferirebbe poi a Cesena in prestito con diritto di riscatto in favore dei bianconeri. La trattativa è già in fase avanzata e il Cavalluccio è pronto a chiudere. Spostando il mirino sulla fascia destra, è stata praticamente definita anche l’operazione che porterà in Romagna con contratto pluriennale l’esterno Alessandro Albertini, svincolatosi a fine stagione dopo l’esclusione e il fallimento del Catania, dove aveva giocato 26 partite e realizzato 2 gol. Albertini, che ha lo stesso manager di Mercadante (Tateo), ha esperienza e ben si sposa con le richieste e soprattutto con il modulo di Toscano.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui