Calcio C, Cesena: ogni gol porta 1,44 punti

Non sono tantissimi, perché le sei dirette concorrenti ne hanno realizzati di più, ma sono molto preziosi. Anzi, sono i più preziosi del girone. Sono i 27 gol segnati dal Cesena nelle prime 20 giornate, un bottino non trascendentale in termini numerici (Modena, Reggiana, Virtus Entella, Pescara, Ancona Matelica e Gubbio hanno fatto meglio), ma che vale parecchio in classifica, in termini di punti. Le reti realizzate da Bortolussi e company sono le più “pesanti” del campionato perché, nel rapporto tra i due fatturati (punti conquistati e gol segnati) nessuno marcia spedito come il Cavalluccio, che riesce ad ottenere spesso il massimo dalle proprie marcature.

Il peso del gol

Quanto vale un gol del Cesena? Quasi un punto e mezzo. Basta prendere una calcolatrice e dividere i punti (39) per i gol realizzati (27): il risultato è 1.44 punti. L’unica squadra che aveva chiuso il 2021 davanti al Cesena era stata la Lucchese, che però è scesa al 2° posto in classifica dopo il rocambolesco 3-3 di martedì sera contro l’Imolese. I toscani erano andati alla pausa con 25 punti conquistati grazie ad appena 16 reti, che fruttavano un eccellente 1.56 punti a gol. Ma ora la Lucchese è scesa a 1.36, alle spalle del Cavalluccio e davanti di un’unghia alla Vis Pesaro, terza della classe con 27 punti e 20 gol, che valgono una media di 1.35 punti per una rete.

Le altre

Ai piedi del podio ci sono le due capolista, Reggiana e Modena. Le due corazzate emiliane, dopo 20 giornate, hanno gli stessi numeri: 48 punti in classifica e 40 gol realizzati. In questo caso un gol di Reggiana e Modena vale 1.20. Ribaltando la prospettiva, pur all’ultimo posto in classifica, un gol del Grosseto è quotato 1.16 punti: i maremmani hanno conquistato appena 14 punti in classifica segnando la miseria di 12 reti. Un po’ meglio ha fatto la Carrarese, che punta ai play-off dall’alto di 26 punti conquistati con 22 gol (1.18), mentre leggermente peggio fa il Pescara, che ha realizzato un gol in più del Cesena (28 a 27) ma allo stesso tempo vanta 7 punti in meno in classifica (39 a 32). Poco più di un punto vale anche un gol di Virtus Entella (1.03), Siena (1.04), Fermana (1.16), Teramo (1.05) e Pistoiese (1.06), mentre il Montevarchi è fermo a 1 avendo lo stesso numero di punti e di gol (21-21). Tra le prime della classe, sono piuttosto indietro Gubbio (0.96) e Ancona Matelica (0.91), mentre l’Imolese, complice anche il 3-3 del Porta Elisa, dopo 20 giornate ha conquistato (sul campo) 21 punti e segnato 27 gol (gli stessi del Cesena). Ma lo 0.77 dei rossoblù è la seconda percentuale peggiore del girone. Peggio della squadra di Fontana ha fatto solo la Viterbese, che sabato sarà al Manuzzi in un vero e proprio testacoda. Un gol dei laziali vale meno della metà di un gol del Cavalluccio (1.44 contro 0.66).

Due giorni lombarda per i co-presidenti John Aiello e Robert Lewis, per il consigliere Massimo Agostini e per il direttore sportivo Moreno Zebi. Ieri a Milano ci sono stati appuntamenti per il terzino sinistro. Due gli obiettivi: Marco Calderoni, 33 anni a febbraio, attualmente a Vicenza e con una carriera che parla di 27 presenze in A, 350 in B (play-off compresi) e 18 in C; Antonio Porcino, ventiseienne in uscita da Catanzaro, che vanta 53 gettoni in B e 151 (play-off inclusi) in C. Il Cesena ha l’accordo sia con Calderoni che con Porcino: la differenza è che per lasciare il Vicenza, Calderoni chiede al club veneto l’incentivo all’esodo per non perdere neppure un euro dell’ingaggio pattuito in estate. Questa mattina i dirigenti del Cesena intendono chiudere: se il Vicenza e Calderoni non troveranno l’accordo per la buonuscita, i bianconeri chiuderanno con Porcino, visto anche che con il Catanzaro non ci sono problemi. Oggi pomeriggio, poi, la delegazione bianconera salirà a Zingonia per una visita di cortesia e di presentazione in casa Atalanta. In uscita, c’è Davide Munari alla porta: lo hanno chiesto il Vicenza e il Grosseto. Si raffredda la pista Pro Sesto per Nannelli. Oggi è atteso l’annuncio di Pittarello.

Verso la Viterbese

Ieri i bianconeri si sono allenati a Villa Silvia nel pomeriggio: video-analisi e poi seduta tattica. Zecca, Mulè e il terzo portiere Bizzini salteranno la gara di domani con la Viterbese, che ieri ha piazzato il quarto acquisto, tesserando (dopo il portiere Fumagalli, il difensore Ricci e la punta Bianchimano) il terzino destro Semeraro.

Fischia Monaldi

Sarà Marco Monaldi di Macerata a dirigere Cesena-Viterbese. Avrà per assistenti Michele Somma di Castellammare di Stabia e Nicola Tinello di Rovigo. E’ il terzo tra il Cesena di Viali e Monaldi, che finora aveva diretto i bianconeri solo in trasferta: nell’1-1 di Piacenza nel giorno della prima di Viali e nel 2-2 di Ravenna dello scorso campionato, quando assegnò due rigori ai bianconeri.

Pranzo con Cesena-Olbia

Cesena-Olbia valida per la 24ª giornata si giocherà, come da programma, domenica 30 gennaio ma viene anticipata di due ore per permettere ai sardi di poter prendere l’aereo di ritorno. Fischio di inizio fissato quindi per le ore 12.30.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui